come scrivere un romanzo storico

Come scrivere un romanzo storico. Segui le indicazioni

Ricorda, innanzitutto, che il romanzo storico è un misto di storia e di invenzione: esso narra una vicenda di invenzione ambientata però in un’epoca storica precisa, rappresentata con molta cura e attenzione alle usanze e alla mentalità del tempo. Ne è un esempio il romanzo I promessi sposi di Alessandro Manzoni.

Quindi:

  • stabilisci l’epoca storica in cui ambientare il tuo romanzo;
  • scegli i personaggi: alcuni storici, realmente esistiti (Alessandro Manzoni mette in scena il cardinale Federigo Borromeo, l’Innominato e la Monaca di Monza: veri personaggi storici sconosciuti al grande pubblico – prima di diventare universalmente famosi proprio grazie ai Promessi Sposi – usati come comprimari per far risaltare i protagonisti inventati del suo romanzo), altri inventati ma verosimili, cioè strettamente coerenti con la realtà storico-sociale in cui sono raffigurati;
  • delinea il sistema dei personaggi: protagonista, personaggi principali (tra cui eventualmente l’antagonista, il personaggio che ostacola il protagonista, il suo avversario), personaggi secondari. Spesso sono presenti scene in cui il protagonista non è un singolo personaggio, ma la folla nel suo insieme, ritratta in momenti di partecipazione agli avvenimenti politici, sociali e militari.

Specifica anche le caratteristiche fisiche e comportamentali dei personaggi principali.

  • stabilisci il luogo o i luoghi in cui far vivere e agire i personaggi;
  • decidi il tipo di narratore. Il narratore, infatti, può essere: narratore interno, quando è presente nella vicenda, cioè quando è uno dei personaggi della vicenda, e quindi narra in prima persona (io narrante) i fatti di cui è protagonista o testimone; narratore esterno, quando è estraneo alla vicenda che narra in terza persona.
  • delinea, infine, la vicenda, attenendoti alla seguente struttura tipo:

A. Situazione iniziale

B. Rottura dell’equilibrio iniziale (provocato o subìto involontariamente dal protagonista) che costringe il protagonista a fare qualcosa.

C. Sviluppo della vicenda per lo più in luoghi diversi e con l’entrata in scena di nuovi personaggi, attraverso eventi che possono comportare un ulteriore peggioramento per il protagonista o un miglioramento delle sue condizioni. In entrambi i casi, il protagonista è circondato da altri personaggi che possono aiutarlo (aiutanti) o ostacolarlo (antagonisti).

D. Comunque si evolva, la vicenda termina sempre con la ricomposizione di un nuovo equilibrio, positivo o negativo per il protagonista.

E. Infine, il ristabilirsi di una nuova situazione, la situazione finale.