guerra delle due rose

La Guerra delle Due Rose fu una sanguinosa lotta dinastica combattuta in Inghilterra tra il 1455 e il 1485. Prese il nome di Guerra delle Due Rose dalle rose poste sugli stemmi delle due famiglie che si contesero il potere regio: gli York, rosa bianca, e i Lancaster, rosa rossa.

All’origine della guerra tra le due famiglie rivali c’era la pazzia di Enrico VI di Lancaster.

A tale situazione tentò di porre rimedio Edmondo Beaufort duca di Somerset, erede dei Lancaster, che rivendicò, appoggiato dalla regina Margherita moglie di Enrico VI, la direzione del regno, contro le pretese di Riccardo di York, discendente diretto di Edoardo III re d’Inghilterra e signore d’Irlanda dal 1327 al 1377.

Una temporanea conciliazione tra i due contendenti si ebbe negli anni 1451-1452 in occasione di una impresa militare in Guienna, ultimo atto bellico della guerra dei Cent’Anni; ma il fallimento di questa ricadde sulle spalle di Beaufort e gli alienò le simpatie di molti nobili.

Ad aggravare la situazione, la nascita nel 1453 di Edoardo di Lancaster, figlio di Enrico VI, che ripresentò il problema successorio.

Intanto, la regina Margherita, constatata l’incapacità del consorte Enrico VI di intendere e di volere, chiese per sé la reggenza, ma il 3 aprile 1454 Riccardo di York assunse il potere col consenso del Parlamento; fece poi imprigionare nella Torre di Londra Edmondo Beaufort duca di Somerset.

Il governo di Riccardo di York si interruppe il giorno di Natale del 1454 con il ritorno al trono di Enrico VI e la liberazione di Beaufort.
York, nuovamente isolato, raccolse delle truppe, marciò su Londra e il 22 maggio 1455 nella battaglia di Saint Albans (a circa 35 km da Londra) sconfisse le truppe reali comandate da Somerset che, durante la battaglia, perse la vita. Enrico VI fu confermato re dal Parlamento, ma di fatto privato di tutti i poteri, che passarono nuovamente nelle mani di Riccardo di York.

Vincitore nella battaglia di Northampton (10 luglio 1460), Riccardo di York morì pochi mesi dopo (30 dicembre) nella battaglia di Wakefield. Ma il 29 marzo 1461 Edoardo di York, figlio di Riccardo, trionfò a Towton: Enrico VI fu fatto prigioniero, la moglie Margherita costretta a fuggire in Francia e il figlio di Riccardo, Edoardo di York, fu incoronato re col nome di Edoardo IV (1461-1470 e 1471-1483)

I primi anni di regno di Edoardo IV furono dominati dalla figura di Richard Neville, duca di Warwick, che di fatto fu la vera guida degli affari politici dell’Inghilterra. Il duca di Warwick governò fino a quando sorsero attriti tra lui e la famiglia di Elisabetta Woodville, che il re Edoardo IV aveva sposato segretamente e che contrastava a Warwick il suo potere.

Per salvare la propria posizione, Warwick tentò di mettere Giorgio, duca di Clarence contro il fratello Edoardo (re Edoardo IV), ma furono costretti entrambi a fuggire in Francia, dove avvenne la conciliazione tra Warwick e la regina Margherita, moglie di Enrico VI.

Enrico VI, fino ad allora rinchiuso nella Torre di Londra, fu da Warwick rimesso sul trono, mentre Edoardo IV fu costretto a fuggire.

Ma fu un successo di breve durata: il contrattacco di Edoardo IV si concluse vittoriosamente a Tewkesbury (3 maggio 1471), dove Warwick fu ucciso. Edoardo IV si liberò di EnricoVI – facendolo assassinare nella Torre di Londra (1471) – e di Giorgio, duca di Clarence, che fu accusato di stregoneria e soppresso in maniera misteriosa (1478).

Alla morte di Edoardo IV (1483) salì al potere il fratello Riccardo di York. Questi, spietato e sanguinario fece uccidere i figli di Edoardo IV – tra cui il legittimo erede Edoardo V ancora fanciullo (1483) – e, rimasto senza contendenti, si fece incoronare l’anno successivo (6 luglio 1484) col nome di Riccardo III (1483-1485).

Soffocati col sangue molti tentativi di rivolta, Riccardo III morì il 22 agosto 1485 nella battaglia di Bosworth Field, in cui prevalse Enrico Tudor, eletto re d’Inghilterra (1485-1509) con il nome di Enrico VII.

Terminò così la lunga e sanguinosa Guerra delle Due Rose, che vide l’inizio della nuova dinastia dei Tudor, che governò l’Inghilterra per oltre un secolo, fino agli inizi del Seicento.

L’anno dopo (1486), in segno di pacificazione, Enrico VII sposò Elisabetta di York, figlia di Edoardo IV.