Home Per saperne di più Origini e definizioni Cincinnato eroe romano: chi era e cosa fece

Cincinnato eroe romano: chi era e cosa fece

Cincinnato eroe romano

Lucio Quinzio detto Cincinnato per via dei suoi capelli ricci (dal latino cincinnus che significa ricciolo), è tra le figure di eroi dei primi tempi della Repubblica romana.

Uomo politico romano del V secolo a.C., è celebre per essere tornato a coltivare i propri campi dopo aver assunto la carica di dittatore per combattere contro gli Equi, nemici di Roma.

Divenne modello di comportamento per i Romani delle generazioni successive per le sue doti di virtù, rettitudine e semplicità di costumi.

Cincinnato chi era e cosa fece

Cincinnato era un uomo politico romano. Era stato anche console nel 460 a.C. poi si era ritirato nei suoi poderi, che coltivava personalmente.

Due anni dopo, nel 458 a.C., i Romani erano in grave pericolo per via della guerra contro gli Equi e pensarono di ricorrere a lui.

Il Senato inviò una delegazione per convincerlo ad accettare la carica di dittatore e guidare i Romani alla riscossa.

Lo trovarono mentre era al lavoro nei campi, sudato e infangato. Lo proclamarono dittatore e lo invitarono a recarsi con urgenza a Roma perché la situazione era grave.

Cincinnato accettò la carica con riluttanza, perché costretto ad abbandonare il lavoro della terra. Se il conflitto fosse durato a lungo, la sua famiglia sarebbe stata condannata alla fame e agli stenti. Era dunque necessario agire in fretta e con decisione: così fece.

Reclutò infatti ogni uomo in grado di tenere in mano un’arma; in sedici giorni sbaragliò il nemico.

Poi depose la carica di dittatore (di norma di durata semestrale), rifiutò ogni onore e ricompensa; non andò nemmeno a Roma a ricevere il ringraziamento del Senato e del popolo. Tornò invece modestamente a coltivare i suoi campi.