Home Università Disparità di genere nei percorsi scientifici: l’Università di Firenze mette a bando...

Disparità di genere nei percorsi scientifici: l’Università di Firenze mette a bando 10 borse di studio

Il termine per presentare le domande è fissato al primo ottobre

disparità di genere borse di studio
Credits: freepik - it.freepik.com

La disparità di genere è da annullare in tutti i campi, incluso in quello degli studi. Non è sufficiente parlarne, ma servono gesti e azioni concrete.

Per combattere la disparità di genere e promuovere l’ingresso delle studentesse nei percorsi di laurea nelle discipline cosiddette STEM (Science, Technology, Engineering e Mathematics), l’Università di Firenze lancia un bando per borse di studio riservato alle ragazze che sceglieranno un corso di laurea in queste aree.

Il bando mette a disposizione 10 borse di studio, per un importo complessivo di 40.000 euro.

Più in dettaglio, l’iniziativa si rivolge alle nuove matricole del prossimo anno accademico 2022-23 che sceglieranno uno dei 10 corsi di laurea triennale dell’Università di Firenze nel settore STEM e cioè: Chimica, Fisica e Astrofisica, Informatica, Ingegneria civile, edile e ambientale, Ingegneria elettronica, Ingegneria gestionale, Ingegneria informatica, Ingegneria meccanica, Scienze geologiche, Statistica.

“Il numero di giovani donne iscritte alle lauree scientifiche continua a essere ancora troppo basso nel nostro Paese – spiega la rettrice Alessandra Petrucci – e per questo considero indispensabile una politica universitaria capace di incentivare e valorizzare il contributo delle donne nelle discipline STEM e di superare ogni ostacolo e barriera culturale che precluda l’accesso ai percorsi di formazione in questo ambito per consentire il raggiungimento della parità di genere. Questa iniziativa è un atto concreto che vuole incoraggiare un processo di maggiore consapevolezza e sensibilità nelle nuove generazioni. E’ anche una tappa di un impegno definito nell’ambito del Piano di uguaglianza di genere 2021-2024 che punta ad ampliare la presenza femminile nelle posizioni apicali dei vari settori della vita culturale, politica ed economica dove è ancora troppo limitata”.

Per presentare domanda le studentesse dovranno essersi iscritte ad uno di questi corsi entro la data di scadenza del bando, cioè il 1° ottobre prossimo (maggiori informazioni nel bando).