Home Università In bici fino a Caponord: l’avventura di uno studente Iuav

In bici fino a Caponord: l’avventura di uno studente Iuav

Davide Decataldo, studente di pianificazione Iuav, raggiungerà il circolo polare artico in bicicletta, portando con sé il simbolo della sua università. Oltre 4300 km per 50 giorni in sella

Università IUAV - in bici fino a Capo Nord

Gli studenti universitari sono protagonisti di imprese impegnative. Questa è la storia di Davide Decataldo, studente dell’Università IUAV di Venezia.

È giunto a metà del suo percorso e ha portato la bandiera Iuav a Trondheim  Davide Decataldo, lo studente magistrale in Pianificazione all’Università Iuav di Venezia che sta attraversando l’Europa in bicicletta fino a raggiungere il circolo polare artico.

Davide, 23 anni, valsassinese, ha dato inizio al suo viaggio in solitaria il 31 maggio scorso, partendo dal lago di Como – dove è cresciuto – in sella alla sua Cannondale Topstone 105 settata per l’occasione: due borse posteriori da cicloturismo da 35 litri l’una, più una handle bag da bikepacking da 15 litri.

In due mesi ha l’obiettivo di percorrere più di 4370 km (con 3800 metri di dislivello) tra Svizzera, Germania, Danimarca e Norvegia, raggiungendo il punto più a nord d’Europa, Caponord, pedalando dalle 6 alle 10 ore al giorno. In viaggio porta con sé una piccola bandiera Iuav, per Davide simbolo di “un Ateneo che crede nei suoi studenti e nei loro obiettivi”.

Gli studi in Pianificazione e Politiche per la città, il territorio e l’ambiente hanno stimolato l’interesse per il paesaggio e per la conoscenza del territorio: «L’idea di raggiungere Capo Nord – ha raccontato – è arrivata in maniera naturale perché dalla bicicletta si può osservare il mondo da una prospettiva unica».