Home Riassunti Le civiltà dei fiumi quali sono e caratteristiche

Le civiltà dei fiumi quali sono e caratteristiche

Le civiltà dei fiumi quali sono e caratteristiche

Le civiltà dei fiumi sono le prime civiltà del passato che si sono sviluppate nelle vicinanze dei fiumi.

Le civiltà dei fiumi che cosa avevano in comune?

I fiumi, lungo i quali si sono sviluppate le prime civiltà, si trovavano in zone molto lontane l’una dall’altra e i popoli che le abitavano erano molto diversi tra loro. Le civiltà fluviali avevano però una caratteristica in comune: avevano imparato a utilizzare e a controllare le acque dei fiumi.

Per le civiltà fluviali, l’acqua era infatti indispensabile per la vita (bere, lavarsi, sfamarsi procurandosi il pesce), per irrigare i campi, per l’allevamento e per tutte le altre attività umane.

Inoltre i fiumi erano importanti vie di comunicazione per gli spostamenti sia dei prodotti sia degli abitanti dei villaggi, che, così facendo, venivano a contatto tra loro.

Quali sono le civiltà dei fiumi?

Le civiltà dei fiumi (o le civiltà fluviali) furono: le civiltà mesopotamiche, che si stabilirono nel Vicino Oriente; un pò più a Ovest si sviluppò la grande civiltà egizia. Nel lontano Oriente sorsero più tardi la civiltà dell’Indo e la civiltà cinese.

Queste prime popolazioni diedero vita, a poco a poco, alle civiltà più antiche del mondo.

Osserviamole nel dettaglio.

Civiltà mesopotamiche

Le prime civiltà dei fiumi furono le civiltà mesopotamiche: Sumeri, Babilonesi, Hittiti e Assiri. Si svilupparono a partire dal 4000 a.C. nelle pianure formate dai fiumi Tigri e Eufrate, nel territorio chiamato Mesopotamia, cioè “terra tra i fiumi”, e che oggi corrisponde all’Iraq e in parte alla Siria, all’Iran, all’Arabia Saudita, alla Turchia.

A loro si deve, tra le varie invenzioni, l’invenzione della ruota e della scrittura.

Per un approfondimento leggi I popoli della Mesopotamia.

Civiltà egizia

La civiltà degli antichi Egizi si sviluppò intorno al 3900 a.C. in Egitto, nella valle del Nilo, e durò più di 3 millenni.

Il fiume Nilo era una risorsa fondamentale per la vita degli Egizi perché con le sue inondazioni rendeva fertile il terreno. Inoltre il fiume Nilo forniva cibo e sulle sue rive crescevano canne e papiri con cui gli Egizi realizzavano imbarcazioni, vestiti, corde e fogli.

Per un approfondimento leggi Egizi: descrizione del popolo dell’antico Egitto.

Le civiltà dell’India e della Cina

Mentre in Mesopotamia e in Egitto vivevano i Sumeri e gli Egizi, nelle valli del fiume Indo, del Fiume Giallo e del Fiume Azzurro si svilupparono le civiltà dell’India e dell’antica Cina.

La civiltà dell’Indo si sviluppò lungo il corso del fiume Indo, dal 3000 al 1500 a.C. I resti delle città di Harappa e Mohenjo-Daro sono la testimonianza di questa civiltà.

Per un approfondimento leggi La civiltà dell’Indo: origini e caratteristiche

La civiltà cinese si sviluppò dapprima lungo il corso del Fiume Giallo poi anche quello del Fiume Azzurro. A essa si deve l’invenzione della seta, della carta e della bussola.

Per un approfondimento leggi Antica civiltà cinese: concetti principali.