Home geografia Movimenti della Terra e le loro conseguenze

Movimenti della Terra e le loro conseguenze

Movimenti della Terra

I movimenti della Terra sono il movimento di rotazione e il movimento di rivoluzione: sono questi i movimenti della Terra (o i moti della Terra) principali.

Il moto di rotazione

Nel moto di rotazione la Terra gira su se stessa, intorno al proprio asse di rotazione, in senso antiorario, cioè contrario a quello delle lancette di un orologio.

Per compiere un giro completo (rotazione terrestre) la Terra impiega 24 ore, cioè un giorno intero.

Le conseguenze del moto di rotazione

Le conseguenze più importanti del moto di rotazione sono:

  • l’alternarsi del giorno e della notte;
  • il moto apparente delle stelle. Le stelle sembrano girare attorno a noi in senso orario, ma in realtà è la Terra che ruota in senso opposto, cioè antiorario;
  • il moto apparente del Sole. All’alba noi vediamo sorgere il Sole a est; descrivere poi un arco nel cielo nel corso della giornata; infine, a sera, tramontare a ovest;
  • l’esistenza della forza centrifuga e della forza di Coriolis.
    La forza centrifuga agisce in direzione perpendicolare all’asse di rotazione; è diretta verso l’esterno e la sua intensità diminuisce con l’altitudine e la latitudine; la forza centrifuga è quindi la causa del rigonfiamento equatoriale.
    La forza di Coriolis causa la deviazione dei corpi in movimento sulla superficie terrestre dall’equatore verso i poli o viceversa. Quindi per effetto della forza di Coriolis le masse di acqua e di aria che si muovono dall’equatore verso i poli sono deviate verso la loro destra (nell’emisfero settentrionale) o verso la loro sinistra (nell’emisfero meridionale), nello stesso verso del movimento.

Il moto di rivoluzione

Nel moto di rivoluzione la Terra gira intorno al Sole. Per compiere un giro completo la Terra impiega 365 giorni, 5 ore, e 48 minuti (anno solare).

Le conseguenze del moto di rivoluzione

Le conseguenze del moto di rivoluzione sono:

  • la diversa durata del giorno e della notte;
  • la diversa altezza del Sole sull’orizzonte in estate e in inverno;
  • l’alternarsi delle stagioni astronomiche.