Home Riassunti Epica e mitologia Perseo e Medusa mitologia

Perseo e Medusa mitologia

Medusa mitologia

Medusa nella mitologia greca è un mostro con i capelli di serpente e lo sguardo pietrificante. È una delle tre Gorgoni figlie di Forco e Ceto, divinità dei mari.

Il mito di Medusa Mitologia è legato a quello delle Gorgoni e al mito di Perseo che le taglia la testa.

Scopriamo prima chi sono le Gorgoni.

Chi sono le Gorgoni?

Le Gorgoni sono tre mostri alati e orribili. Due di esse, Steno (la violenta) ed Euriale (l’errante), sono  immortali; la terza, Medusa (la dominante), è mortale, ma più spaventosa delle sorelle: ha la bocca enorme armata di zanne di cinghiale; in testa al posto dei capelli ha serpenti; la voce è un muggito che incute terrore in chi la ode, ma soprattutto muta in pietra chiunque guardi i suoi occhi di fiamma.

Il mito di Perseo e Medusa mitologia

La madre di Perseo è la mortale Danae. Un oracolo aveva predetto al padre di Danae, Acrisio re di Argo, la morte per mano di un nipote.

Acrisio aveva quindi rinchiuso Danae in una torre inaccessibile, ma Zeus, invaghitosi della ragazza, riuscì comunque a entrare nella torre e a unirsi a lei.

Acrisio, dopo la nascita di Perseo, fa gettare il bambino e la madre in mare, rinchiusi dentro una cassa d’oro.

Protetti da Zeus, i due approdano sani e salvi sull’isola di Serifo. Perseo cresce bello e forte, mentre il re dell’isola Polidette s’innamora di Danae, che però non acconsente alle nozze.

Il re sospetta che sia Perseo l’ostacolo alla sua felicità e così per levarselo di torno, approfittando della sua grande ambizione di gloria, gli propone  di compiere un’impresa disperata, con la speranza che vi trovi la morte: Perseo deve portargli la testa di Medusa, una delle tre Gorgoni.

Perseo accetta la prova e sotto la guida di Atena si reca dalle Graie, mitiche sorelle delle Gorgoni. Le costringe a rivelargli dove si nascondono le Ninfe, le uniche in grado di aiutarlo a sconfiggere Medusa.

Dalle Ninfe ottiene un paio di sandali alati, una bisaccia magica e un elmo che rende invisibili.

Giunto dalle Gorgoni, Perseo le trova addormentate e, senza guardare direttamente Medusa ma fissandone l’immagine riflessa sullo scudo donatogli da Atena, riesce a tagliarle la testa senza essere pietrificato.

Dal sangue di Medusa nasce Pegaso, un cavallo alato. Perseo mette la testa di Medusa, per sottrarla al suo sguardo, nella bisaccia magica, e sale in groppa a Pegaso, che lo aiuta così a sfuggire dall’inseguimento delle altre due Gorgoni.

Perseo però indossa l’elmo che rende invisibili e perciò le Gorgoni, sorelle di Medusa, in cielo vedono solo un cavallo alato che vola lontano.

Il mito di Perseo e Medusa ha anche ispirato Benvenuto Cellini per la sua famosa statua situata nella Loggia dei Lanzi, a Firenze.