Home Riassunti Rivoluzione neolitica significato, cause, periodo

Rivoluzione neolitica significato, cause, periodo

Rivoluzione neolitica

La rivoluzione neolitica riguarda le grandi trasformazioni che avvennero nel modo di vivere degli uomini del Neolitico, con importanti conseguenze sulla loro salute, sulle abitudini e sulla vita sociale.

Quali furono le cause e le conseguenze?

Rivoluzione neolitica cause

Circa 10 000 anni fa iniziò un nuovo periodo della storia dell’umanità: il Neolitico.

Durante l’età neolitica avvennero molti cambiamenti: i ghiacciai iniziarono a sciogliersi e il clima in Europa divenne più mite; crebbero allora boschi e praterie e si svilupparono nuove specie di piante: le latifoglie, i cereali e i legumi.

I grandi mammiferi dei climi freddi, come ad esempio i mammut, si estinsero mentre altri, come le renne, gli alci e gli orsi, migrarono più a Nord, nei luoghi più freddi. Al loro posto si diffusero capre, pecore, montoni, cinghiali e bovini.

Conseguenze

L’uomo del Neolitico cambiò allora le proprie abitudini di vita. Scoprì infatti che dai semi germogliavano le piante e così iniziò a coltivare i terreni, divenne agricoltore e nacque l’agricoltura.

Contemporaneamente alla pratica della caccia, che non venne abbandonata, intuì che alcuni animali erano adatti a crescere e a vivere vicino a lui: imparò quindi ad addomesticare alcuni animali selvatici, divenne dunque allevatore e nacque l’allevamento.

L’agricoltura e l’allevamento permettevano di avere cibo, che poteva anche essere conservato. Gli animali assicuravano carne e latte; i semi dei cereali venivano macinati per ottenere farine.

Coltivare la terra e allevare gli animali fece sì che l’uomo neolitico da nomade divenisse sedentario e sorsero i primi villaggi, costituiti da case in legno su palafitte o da case in argilla.

Durante il periodo neolitico, l’uomo perfezionò la lavorazione della pietra rendendola più levigata e creò attrezzi sempre più utili. Tra questi nuovi strumenti c’erano l’aratro, la cui punta era una lama in pietra, serviva per tracciare i solchi sul terreno per la semina; la zappa usata per rimuovere il terreno e renderlo adatto alla semina.

Gli uomini impararono anche a ricavare le fibre tessili dagli animali e dalle piante e inventarono la tessitura. Impararono a impastare e cuocere l’argilla e a costruire recipienti in terracotta per conservare e cuocere i cibi.

Impararono, infine, a lavorare i metalli.

Secondo gli studiosi, le trasformazioni avvenute in questo periodo sono state molto importanti, per questo dicono che c’è stata una vera e propria rivoluzione del neolitico.

Rivoluzione neolitica e fine della Preistoria

La fine del Neolitico segna la fine della Preistoria e l’inizio della Storia.