Immunità acquisita attiva e passiva

L’immunità acquisita è l’immunità che ogni individuo acquisisce nel corso della vita.

Può essere:

  • passiva, quando gli anticorpi necessari sono prodotti non dall’organismo ma introdotti dall’esterno mediante sieri. I sieri contengono anticorpi specifici, che conferiscono immunità, cioè protezione immediata, neutralizzando gli agenti patogeni o le tossine. Non essendoci alcuna risposta immunitaria attiva da parte dell’organismo, l’immunità è però solo temporanea e serve unicamente a evitare una grave malattia in casi di emergenza.

 

  • attiva, quando è l’organismo stesso che produce gli anticorpi necessari.

L’immunità acquisita attiva può essere a sua volta naturale o artificiale.

  • Si parla di immunità acquisita attiva naturale quando l’organismo produce gli anticorpi perché entra casualmente a contatto con l’agente patogeno e, in seguito a malattia, acquista l’immunità tramite i linfociti  a memoria.

 

  • Si parla di immunità acquisita attiva artificiale quando l’organismo è indotto artificialmente a produrre gli anticorpi per mezzo della vaccinazione.

 

La vaccinazione

La vaccinazione consiste nell’introdurre nell’organismo virus, microbi o tossine opportunatamente trattati (privi cioè del loro potere patogeno) in modo che, senza causare la malattia, stimolino l’organismo a produrre gli anticorpi e quindi a immunizzarsi.

I preparati usati per le vaccinazioni sono detti vaccini. I vaccini, come la malattia, scatenano la risposta immunitaria. Questa è abbastanza lenta ma conferisce un’immunità che dura tutta la vita o per periodi abbastanza lunghi.

Grazie alle vaccinazioni si possono prevenire malattie che un tempo causavano moltissime vittime.