Composizone del sangue e funzioni

La composizione del sangue: sono quattro le componenti principali del sangue.

La composizione del sangue

Il sangue è composto:

  • da una parte liquida, il plasma;
  • da una parte corpuscolata: i globuli rossi, i globuli bianchi e le piastrine.

Adesso le analizzeremo nello specifico.

A) Il plasma

  • rappresenta il 55% di tutta la massa sanguigna;
  • è formato per il 90% circa da acqua e per il 10% da proteine (come l’albumina e le globuline e altri elementi che aiutano la coagulazione); sali minerali, zuccheri, vitamine, anticorpi e ormoni;
  • le principali funzioni svolte sono: il trasporto di sostanze; la coagulazione; il mantenimento degli equilibri acido-base.

 

B) I globuli rossi

  • sono chiamati anche emazie o eritrociti;
  • si tratta di cellule molto piccole, a forma di disco biconcavo;
  • sono privi di nucleo;
  • non si riproducono, ma sono costantemente prodotti dal midollo rosso delle ossa;
  • vivono in media 120 giorni e, quando invecchiano, sono eliminati dalla milza;
  • sono di colore rosso per la presenza dell’emoglobina (una proteina contenente ferro). L’emoglobina è responsabile del processo di respirazione. Negli alveoli polmonari infatti l’emoglobina si combina con l’ossigeno e lo trasporta ai tessuti, dove cede l’ossigeno alle cellule e si combina con l’anidride carbonica che trasporta ai polmoni;
  • in un millimetro cubo di sangue si trovano circa 5 milioni di globuli rossi nell’uomo e 4,4 milioni nella donna.

 

C) I globuli bianchi

  • sono chiamati anche leucociti;
  • sono cellule quasi sferiche prodotte dal midollo rosso, dalla milza e dai linfonodi;
  • in un millimetro cubo di sangue ci sono circa 4500-8000 globuli bianchi e il loro numero aumenta notevolmente in caso di malattie infettive;
  • hanno la capacità di muoversi e sono in grado quindi di uscire dai vasi capillari e di penetrare nei tessuti, dove svolgono l’importante funzione di difendere l’organismo dai microrganismi patogeni;
  • si suddividono in tre gruppi fondamentali: granulociti, monociti, linfociti.

 

D) Le piastrine

  • sono dette anche trombociti;
  • non sono cellule vere e proprie, ma frammenti di cellula adibiti alla coagulazione del sangue. In caso di ferita, infatti, le piastrine raggiungono il luogo della lesione e liberano una sostanza che trasforma il fibrinogeno presente nel plasma in fibrina, una sostanza che attiva la coagulazione del sangue, che si rapprende in una massa scura detta coagulo;
  • sono prodotte dal midollo rosso e sono distrutte dalla milza;
  • in un millimetro cubo di sangue ci sono circa 200.000 piastrine.