Resti di corpi recuperati dalle foibe
Resti di corpi recuperati dalle foibe

Le foibe, sotto il profilo naturalistico, sono fenditure, dall'apparenza spesso insignificanti, che si aprono sul fondo di una depressione del terreno.
La bocca della foiba può avere un'apertura in lunghezza che varia da pochi metri a una decina e più e si presenta quasi sempre occultata, in tutto o in parte, da una folta vegetazione spontanea che cresce in prossimità dell'orifizio. Sotto l'apertura si spalanca una voragine che, con un andamento...

Caro amico di Studia Rapido, per continuare la lettura di questo articolo, registrati con la tua email.

REGISTRATI

Se sei già registrato inserisci la tua email e password qui sotto.

Grazie e buona lettura!