Apparato circolatorio e circolazione del sangue

L’apparato circolatorio trasporta il nutrimento e l’ossigeno a tutte le cellule e le libera dall’anidride carbonica.

Da cosa è formato l’apparato circolatorio

È formato dal sangue, dai vasi sanguigni (arterie, capillari, vene) e dal cuore.

A) Il sangue

Il sangue è un tessuto connettivo la cui sostanza intercellulare è liquida. È costituito da:

globuli rossi, sono le cellule che hanno il compito di trasportare l’ossigeno; nei globuli rossi sono presenti molecole di ferro, che danno il colore rosso al sangue;

globuli bianchi, sono cellule che hanno la funzione di difendere il nostro organismo da batteri e altri organismi nocivi;

piastrine, sono frammenti di cellula adibiti alla coagulazione del sangue;

plasma, è la sostanza intercellulare liquida dove sono disciolte sia le sostanze nutritive destinate a tutte le cellule del nostro organismo sia le sostanze di rifiuto.

B) Vasi sanguigni: arterie, capillari, vene

Il sangue circola all’interno dei vasi sanguigni. I vasi sanguigni si suddividono in:

arterie, partono dal cuore e, suddividendosi in rami di diametro sempre più ridotto (arteriole), giungono sino ai capillari;

capillari, vasi sottilissimi attraverso i quali si verificano gli scambi tra il sangue e le cellule;

vene, partono dai capillari e arrivano al cuore.

C) Il cuore

Apparato circolatorio e il cuore

Il cuore è un muscolo involontario cavo; è formato da un particolare tessuto muscolare, il miocardio; è rivestito da una spessa membrana, il pericardio, ed è circondato a corona da particolari arterie, le coronarie, che provvedono a nutrirlo.

Verticalmente è diviso in due parti: cuore sinistro e cuore destro, che non comunicano fra loro e ciò impedisce al sangue arterioso di mescolarsi a quello venoso. Ciascuna di queste parti è divisa a sua volta orizzontalmente in due cavità; una superiore, detta atrio o orecchietta, e una inferiore, più grande, detta ventricolo. Ogni atrio comunica con il ventricolo sottostante per mezzo di una valvola.

La contrazione del cuore è chiamata sistole; la dilatazione diastole. La successione sistole-diastole forma il ciclo cardiaco.

Il ciclo cardiaco è responsabile della circolazione del sangue, cioè dell’intero percorso che il sangue fa attraversando tutto il nostro corpo.

La circolazione del sangue

Nell’apparato circolatorio si distinguono una piccola circolazione e una grande circolazione, interdipendenti tra loro.

La circolazione del sangue

Piccola circolazione

Inizia nel ventricolo destro e porta ai polmoni il sangue venoso, ricco di anidride carbonica, attraverso l’arteria polmonare.

Nei polmoni avviene lo scambio: il sangue venoso cede anidride carbonica, espulsa attraverso l’espirazione, e riceve ossigeno, trasformandosi in sangue arterioso. Il sangue arterioso è condotto nell’atrio sinistro del cuore attraverso le vene polmonari.

Grande circolazione

La grande circolazione inizia nel ventricolo sinistro. Per mezzo dell’arteria aorta, il sangue va verso la periferia, cede l’ossigeno, si carica di anidride carbonica e ritorna, tramite le vene cave, nell’atrio destro.