Le egloghe di Dante riassunto

Le egloghe di Dante. Sono due componimenti in esametri latini, scritti da Dante tra il 1319 e il 1320 a Ravenna, mentre era ospite di Guido Novello da Polenta. La prima pubblicazione risale al 1719, a Firenze.

Nelle egloghe di Dante è rinnovata la finzione della bucolica virgiliana.
Prima egloga
Il maestro bolognese Giovanni del Virgilio aveva esortato Dante a lasciare il volgare e a cantare in latino i grandi fatti contemporanei.

Dante r...

Caro amico di Studia Rapido, per continuare la lettura di questo articolo, registrati con la tua email.

REGISTRATI

Se sei già registrato inserisci la tua email e password qui sotto.

Grazie e buona lettura!