Albatro, Charles Baudelaire, spiegazione e commento

L'albatro compare nella seconda edizione de I fiori del male di Charles Baudelaire, uscita nel 1861, nella sezione intitolate Spleen e ideale.
L'albatro di Charles Baudelaire nella traduzione di Giovanni Raboni
Spesso, per divertirsi, i marinai
prendono degli albatri, grandi uccelli dei mari,
indolenti compagni di viaggio delle navi
in lieve corsa sugli abissi amari¹.

L'hanno appena posato sulla tolda²
e gà il re dell'azzurro, maldestro ...

Caro amico di Studia Rapido, per continuare la lettura di questo articolo, registrati con la tua email.

REGISTRATI

Se sei già registrato inserisci la tua email e password qui sotto.

Grazie e buona lettura!