Oceani della Terra: quali sono, caratteristiche

Gli oceani del pianeta Terra quali e quanti sono? Dove si trovano? Che caratteristiche presentano? Quali sono le differenze tra mare e oceano?

Oceano – definizione

L’oceano è un’ampia distesa di acqua che circonda e separa le terre emerse dei continenti.

I tre oceani del pianeta Terra

Sulla Terra esistono tre grandi oceani: l’oceano Pacifico, l’oceano Atlantico, l’oceano Indiano.

  • Oceano Pacifico È compreso tra il continente americano da un lato, Asia e Australia dall’altro. È il più profondo e più vasto degli oceani. Infatti, misura oltre 180 milioni di km² (circa il 50% della superficie marina totale) e ha una profondità media di circa 4000 metri; quella massima, rappresentata dalla Fossa delle Marianne, è di 11 000 metri circa. Forma numerosi mari, racchiusi da golfi, penisole e archi insulari come il mare di Bering, il mare di Ohotsk e il mar del Giappone. A dispetto del suo nome, è il più tempestoso e battuto dai venti.
  • Oceano Atlantico È compreso tra il continente americano da un lato, Europa e Africa dall’altro. È meno vasto e meno profondo. Si estende infatti per circa 106 milioni di km² (circa il 29% della superficie marina globale) con una profondità media che supera di poco i 3 300 metri; la profondità massima è di 9220 metri nella fossa di Puerto Rico, nei pressi delle Antille. L’oceano Atlantico comunica con il Pacifico attraverso lo stretto di Bering, a nord, e il canale di Drake, a sud. Forma mari particolarmente chiusi come il mar Mediterraneo, il mar Baltico, il mar dei Caraibi.
  • Oceano Indiano È compreso tra Asia, Africa, Australia e Antartide. È il più piccolo. Ha infatti un’estensione di 75 milioni di km² (il 21% della superficie marina globale), con una profondità media di 3900 metri. Raggiunge la sua massima profondità nella Fossa di Giava, con 7450 metri. Il mar Rosso è una sua propaggine.

Il fondale oceanico

Il fondale oceanico non è piatto, ma presenta, a partire da circa 200 metri dalla costa, delle ripide scarpate che, nei punti più profondi, prendono il nome di fosse (o abissi), lunghe fino a migliaia di kilometri e profonde oltre 10 000 metri. La fossa abissale più profonda è la Fossa delle Marianne, nell’Oceano Pacifico, che supera gli 11 000 metri di profondità.

Nei fondali oceanici si trovano anche delle catene montuose dette dorsali oceaniche. Lungo le dorsali esce del magma, che forma nuovo fondo oceanico.

Oceani e mari – differenze

Gli oceani si prolungano in bacini più piccoli chiamati mari, con acque meno profonde.

Oceani e mari presentano delle differenze:

  • gli oceani hanno dimensioni molto maggiori dei mari;
  • le acque degli oceani sono mediamente più profonde di quelle dei mari;
  • i mari in molti casi si insinuano nei continenti; gli oceani in genere ne lambiscono le coste senza penetrarvi molto;
  • i fondali degli oceani e quelli dei mari sono formati da rocce diverse, perché si sono originati attraverso processi geologici differenti.