Il moto e i suoi elementi, spiegato semplice

Il moto e i suoi elementi: traiettoria, spazio, tempo. Riassunto, immagini e spiegazione semplice di Fisica per scuole medie.

Un corpo è in moto se, rispetto a un certo sistema di riferimento fisso (un osservatore), cambia la sua posizione nel tempo.

Un corpo è in quiete se, rispetto a un certo sistema di riferimento fisso (un osservatore), non cambia la sua posizione nel tempo.

Gli elementi del moto:

Il moto e i suoi elementi, spiegato semplice

La traiettoria è la linea immaginaria che unisce i punti attraversati da un corpo mentre si muove. Se la traiettoria è una linea retta, il moto si dice rettilineo. Se la traiettoria è una linea curva, il moto si dice curvilineo. In particolare, un moto curvilineo puo essere: circolare, se la traiettoria è un cerchio; ellittico, se la traiettoria è un’ellisse; parabolico, se la traiettoria è una parabola.

Il moto e i suoi elementi, spiegato semplice
Vari tipi di moto

Lo spazio percorso dal corpo è la lunghezza della sua traiettoria. Lo spazio percorso è una grandezza vettoriale, che ha cioè una grandezza numerica, detta modulo, un punto di partenza e uno di arrivo, una direzione e un verso. Una grandezza vettoriale si rappresenta con un segmento orientato, detto vettore, la cui lunghezza ci dà il modulo (reale o in scala); la retta a cui appartiene ci indica la direzione e la freccia ci indica il verso.

Il moto e i suoi elementi, spiegato semplice

Nel Sistema Internazionale (SI) l’unità di misura dello spazio è il metro (m), con i suoi multipli e i suoi sottomultipli.

Il tempo del moto è il tempo che un corpo impiega a percorrere lo spazio. Nel Sistema Internazionale (SI), l’unità di misura del tempo è il secondo (s). I suoi sottomultipli sono il decimo di secondo e il centesimo di secondo; i suoi multipli sono il minuto (m) e l’ora (h). Ricorda inoltre che 1 minuto = 60 secondi; 1 ora = 60 minuti = 3600 secondi.
Grandezze come il tempo, che non hanno direzione e verso ma solo il modulo, si dicono grandezze scalari.