Connettivi testuali: a cosa servono, quali sono

I connettivi testuali collegano tra loro parole, proposizioni, periodi. Garantiscono così i rapporti logici e sintattici tra le varie parti del discorso. Questa funzione è svolta dalle congiunzioni, preposizioni o avverbi.

Elenco dei connettivi testuali

I connettivi più comuni sono:

quelli esplicativi: infatti, così, cioè, ad esempio, per esempio, in altre parole, per quanto riguarda, tra l’altro, vale a dire, ossia, ovvero…

quelli che segnalano una deduzione: perciò, appunto, insomma, senza dubbio…

di tipo concessivo, quando si tratta di escludere o controbattere possibili obiezioni: sebbene, nonostante, anche se;

avversativi: ma, tuttavia, eppure, pure, però, invece, ciononostante, nonostante ciò, malgrado ciò, nondimeno…

quelli temporali: quando, prima, prima che, dopo, dopo che, contemporaneamente, mentre, nel frattempo, intanto che, a questo punto, alla fine, successivamente, poi, in seguito…

di tipo conclusivo: dunque, in conclusione, insomma, allora, quindi, pertanto, perciò…