Home Storia Accadde oggi Pace di Aquisgrana del 1748 cosa stabiliva

Pace di Aquisgrana del 1748 cosa stabiliva

pace di aquisgrana

La pace di Aquisgrana del 17 ottobre 1748 pose fine alla guerra di successione austriaca (1740-1748), l’ultima delle tre guerre di successione combattute dalle potenze europee nel Settecento.

La firmarono Francia e Spagna da una parte e Austria, Inghilterra e Paesi Bassi dall’altra. Per l’Italia segnò l’inizio del dominio austriaco.

La guerra di successione austriaca scoppiò dopo la morte del re e imperatore Carlo VI (sesto). Sul trono si era insediata la figlia Maria Teresa, grazie alla Prammatica sanzione del 1713, ma altri sovrani puntavano a installarsi sul trono di Vienna.

La pace di Aquisgrana che pose fine alla guerra di successione austriaca confermò la corona imperiale per Maria Teresa d’Asburgo e per suo marito, Francesco Stefano di Lorena.

L’Austria però perse la Slesia, ceduta alla Prussia. La Slesia era una vasta regione estesa tra Boemia, Germania e Polonia, ricca di miniere di carbone.

L’imperatrice d’Austria Maria Teresa, inoltre, rinunciò ai ducati di Parma e Piacenza e Guastalla a favore di Filippo di Borbone, fratello del re di Napoli.

 

La pace di Aquisgrana ebbe conseguenze importanti anche per l’Italia. Infatti, nonostante i Borboni di Spagna, con Carlo III, avessero ottenuto il regno di Napoli e della Sicilia, l’influenza spagnola diminuì progressivamente rispetto a quella austriaca, mentre i Savoia ampliarono ulteriormente il loro territorio.

La Pace di Aquisgrana non durò a lungo perché nel 1756 scoppiò la guerra dei Sette anni, provocata dall’Austria, che voleva riconquistare la Slesia.