Home Università Start Cup Veneto 2022. premiate le cinque migliori aspiranti start up all’Università...

Start Cup Veneto 2022. premiate le cinque migliori aspiranti start up all’Università Iuav di Venezia

Presenti all’evento finale sette fra le maggiori imprese del territorio. Primo posto a TermalX, startup dell’Università di Verona. Rehub, startup di Iuav, si aggiudica il secondo posto

Start cup Veneto 2022
Start cup 2022. La premiazione (foto e immagini di IUAV)

Una vera e propria festa delle idee: giovedì 6 ottobre 2022, nell’aula magna e nel chiostro dei Tolentini, Start Cup Veneto 2022, competizione tra idee imprenditoriali innovative, ha tagliato il traguardo, dopo un percorso di selezione di dieci idee d’impresa finaliste, selezionate fra le proposte di 68 team di giovani. L’iniziativa, giunta alla XXI edizione, è stata finanziata e realizzata dalle Università di Verona, Padova e Università Iuav di Venezia, in collaborazione con molteplici partner, tra cui la fondazione UniSmart dell’Università di Padova e la Fondazione Iuav.

In competizione progetti di prodotti e servizi in cinque aree tematiche, raccontati dai team di giovani progettisti: salute, benessere e qualità della vita (Life science), economia creativa, sociale e circolare (Culture, Creativity and Inclusive Society), sostenibilità ambientale ed energetica (CleanTech&Energy), tecnologie dell’informazione e nuovi media (ICT), produzione industriale innovativa (Industrial). La giuria di esperti provenienti dal mondo della ricerca, dell’impresa, della finanza e delle istituzioni ha selezionato le cinque migliori startup, che si aggiudicheranno premi in denaro per un totale di 30.000 euro, oltre alla possibilità di accedere alla finale nazionale “Premio Nazionale per l’Innovazione – PNI 2022” che si terrà in novembre a l’Aquila.

Start cup 2022. I premiati (foto e immagini di IUAV)

Primo premio al progetto ThermalX: si tratta di un endoscopio termico con visione 3D stereoscopica che potrà consentire applicazioni chirurgiche minimamente invasive in laparoscopia.

Al secondo posto Rehub, un laboratorio che dà una seconda possibilità agli scarti di vetro, sfruttando processi ad alto tasso tecnologico. Rehub, risultata prima nella sezione CleanTech&Energy e menzionata nella categoria sostenibilità da Intesa-San Paolo, è una startup di ex studenti di architettura e docenti Iuav del master in architettura digitale, già vincitrice a luglio del percorso di incubazione Starthub promosso dalla nostra università.

Terzo premio a Vibes, startup specializzata nella manutenzione predittiva dei macchinari industriali tramite potenti algoritmi di intelligenza artificiale.

Al quarto posto Ecobot, startup che migliora l’efficienza e la sostenibilità economica degli impianti di smistamento attraverso l’impiego di sistemi robotizzati.

Al quinto posto Mo2ve, algoritmo per fornire indicazioni all’escursionista in modo che possa scegliere il sentiero più sicuro e adatto al proprio livello funzionale e stato di salute.

Grande il successo dell’evento, che si conferma un ottimo trampolino di lancio per i giovani per entrare nel mondo dell’impresa e che ha visto la partecipazione dei rappresentanti di sette fra le maggiori imprese del territorio, interessate a intraprendere un percorso con i nuovi startupper: Add Value, HiRef, JONIX, JUCLAS, Bio4DreamsCrédit Agricole Friuladria-Le Village by CA TrivenetoBanca Intesa San Paolo.

Start cup 2022. la manifestazione (foto e immagini di IUAV)

cosa dicono le aziende >>

start up  e spin-off di Iuav >>