Verbi impersonali in Italiano, quali sono

24590
Verbi impersonali in Italiano, quali sono

I verbi impersonali sono quelli che non hanno un soggetto definito e sono usati solo alla terza persona singolare.

Spiegazione semplice e completa sui verbi impersonali nella grammatica italiana con frasi ed esempi.

Verbi impersonali

Sono verbi impersonali veri e propri quelli che indicano fenomeni atmosferici, come albeggiare, diluviare, grandinare, lampeggiare, nevicare, piovere, rannuvolarsi, tuonare e le locuzioni fare caldo, fare freddo, fare bello, fare giorno, fare notte.

Frasi con verbi impersonali

Nei tempi composti i verbi impersonali indicanti vicende atmosferiche vogliono di solito l’ausiliare essere: Questa notte è nevicato.

Ma quando indicano il perdurare del fenomeno vogliono l’ausiliare avere: Ha nevicato per due giorni.

Forma impersonale

Sono considerati verbi impersonali anche:

  • i verbi che espimono convenienza, necessità, apparenza, accadimento, piacere, come convenire, importare, occorrere, bisognare, sembrare, parere, accadere, capitare, piacere… Per esempio:

Conviene partire subito.
Bisogna che tu venga al più presto.
Mi è capitato di perdere il treno.
Non mi dispiace di venire a scuola a piedi.

  • le locuzioni formate dal verbo essere e da un nome, un aggettivo o un avverbio, come è un peccato, una fortuna, un errore; è chiaro, facile, giusto, vero; è meglio, male, tardi…;
    le locuzioni non sta, va bene che. Per esempio:

È opportuno rientrare.
È bene che tu gli parli.
Non sta bene che tu parli mangiando.

  • i verbi che indicano opinione, affermazione, divieto o permesso, come credere, pensare, dire, raccontare, tramandare, vietare, permettere, sperare e simili, espressi in forma passiva oppure preceduti dalla particella impersonale si. Per esempio:

Mi è stato detto che ci è stata una rapina.
Si spera che guarisca presto.
Non mi è stato permesso di parlare.

Si impersonale

Tutti i verbi possono avere una forma impersonale. Essa si ottiene con il verbo alla terza persona singolare preceduto dalla particella si e aggiungendo, nel caso di verbi pronominali, la particella ci. Per esempio:

In questo risotorante si mangia bene e non ci si annoia mai.
Spesso, lavorando in campagna, ci si stanca.
Quando si parte?
Si spera sempre nel domani.
Oggi si vota.
Non si vive di solo pane.

Domande e risposte

Vuoi condividere con la community di Studia Rapido le tue opinioni? Vuoi commentare questo brano? Partecipa al Forum di Studia Rapido!
Studia Rapido è un progetto editoriale che ha come obiettivo la promozione e la condivisione della Cultura. Storia, Arte, Filosofia, Letteratura e tutte le materie che apprendiamo negli anni della scuola e con il tempo si dimenticano, diventano riassunti e articoli utili a superare con successo le prove scolastiche: un veloce ripasso prima dell'interrogazione, la preparazione di un compito in classe, l'aiuto a redigere la tesina di fine anno. Con un linguaggio chiaro, semplice e coinvolgente, come se fossero notizie che “accadono” oggi, le materie scolastiche diventano attuali e affascinanti