Feriae augusti, perché si festeggia il Ferragosto

631
feriae augusti

Feriae augusti, “il riposo di Augusto”, è una festività che Ottaviano Augusto, il primo imperatore romano, istituì nel 18 a.C.

Si aggiungeva alle numerose festività tradizionali che cadevano nel mese di agosto (il mese in onore di Ottaviano) per celebrare i raccolti e la fine dei lavori agricoli, come i Vinalia rustica o i Consualia.

I giorni delle Feriae augusti servivano perciò a riprendersi dalle fatiche dei campi. Nessuno lavorava, quindi, si giocava, si riposava, si banchettava.

Durante questi festeggiamenti in molte località dell’impero si organizzavano corse di cavalli: da una di queste feste tradizionali deriva il Palio dell’Assunta, che si svolge ogni anno a Siena il 16 di agosto.

Dal nome del mese di agosto deriva quello di una festa tipicamente italiana, il Ferragosto, che cade il 15 del mese.

Da festa pagana a festa cattolica

Nella giornata del 15 di agosto si celebra la festa cattolica dell’Assunzione di Maria, la madre di Gesù, cioè la sua salita al cielo con l’anima e il corpo. È l’unica oltre a Suo Figlio, Gesù, a essere stata assunta materialmente in cielo.

La Chiesa cattolica infatti afferma che così come fu preservata la verginità di Maria, fu preservata anche la corruzione del suo corpo. Per tutti gli altri, uomini e donne, la risurrezione avverrà soltanto alla fine dei tempi, con il giudizio universale.

Fu papa Pio XII (Pio dodicesimo), il 1° novembre 1950, a proclamare per la Chiesa cattolica come dogma di fede l’Assunzione di Maria al cielo.

Le Chiese ortodosse celebrano lo stesso giorno la festa della Dormizione della Vergine.