i giocatori di carte di cézanne
I giocatori di carte, Paul Cézanne, 1890-1892, olio su tela, Parigi, Musée d'Orsay

I Giocatori di carte di Paul Cézanne: descrizione

I giocatori di carte di Cézanne, 1890-1892, olio su tela, Parigi, Musée d’Orsay

Tra il 1890 e il 1892 Paul Cézanne esegue una decina di studi preparatori (uno studio preparatorio dell’opera è stato venduto il primo maggio 2012 al valore di 19.122.500 dollari), tra cui una serie di figure singole, per lo più uomini con la pipa, come questo:

I giocatori di carte
Il fumatore, Paul Cézanne, 1890-1892 circa, olio su tela, San Pietroburgo, Ermitage

e cinque dipinti raffiguranti dei giocatori di carte.

Di questi cinque dipinti, la tela più grande comprende cinque giocatori, la seconda ne raffigura quattro, mentre altri tre dipinti, tra cui questo, sono più semplici e raffigurano solo due giocatori.

Cézanne si serve, come modelli, dei contadini della sua tenuta nei dintorni di Aix-en-Provence ritratti tra il 1890 e il 1892. Sono anni di intensa e fruttuosa ricerca intorno alla figura umana, che lo portano a una più incisiva e autentica caratterizzazione psicologica.

Il centro della composizione è rappresentato dal tavolo e dalla bottiglia, che sembrano dividere la scena in due parti ben distinte, occupate dai due giocatori, assai diversi non solo nel fisico, ma anche nell’atteggiamento (atteggiamento di sicurezza nell’uomo a sinistra, di incertezza in quello di destra).

La luce è distribuita in maniera disomogenea per rendere l’idea dell’ambiente interno.

Nei panni del giocatore con la pipa posa per lui il giardiniere, Alexandre Paulin, soprannominato “Père Alexandre”.