Sistema nervoso umano

Il sistema nervoso è un complesso apparato di cellule e fibre nervose; regola il funzionamento dei nostri organi e le relazioni con l’ambiente che ci circonda.

Come è suddiviso

È suddiviso in tre parti:

A) il sistema nervoso centrale;

B) il sistema nervoso periferico;

C) il sistema nervoso autonomo o neurovegetativo.

A) Il sistema nervoso centrale

Rappresenta il centro direzionale di tutto l’organismo. È formato dall’encefalo e dal midollo spinale.

L’encefalo

È racchiuso nella scatola cranica; vi risiedono le principali funzioni umane come il linguaggio, la percezione, la memoria e l’azione. È costituito dal cervello, dal cervelletto e dal midollo allungato o bulbo cerebrale.

Il cervello pesa circa 1,2 kg; è diviso in due emisferi cerebrali, il destro e il sinistro. Gli emisferi comunicano tra di loro tramite il corpo calloso, una striscia di fibre nervose. La parte più esterna del cervello è la corteccia cerebrale, detta anche sostanza grigia; la parte più interna è detta sostanza bianca.

cervello e lobi cerebrali

La corteccia cerebrale è suddivisa in lobi cerebrali che ospitano diverse funzioni intellettive e sensitive:

il lobo frontale è la sede delle funzioni intellettive superiori e dei ragionamenti complessi; in esso nascono le idee e i pensieri;

nel lobo parietale c’è l’area sensitiva, che ci informa delle caratteristiche di un oggetto e se è caldo o freddo, e l’area motoria, che trasforma le idee di movimento in azioni, attivando le regioni corporee corrispondenti;

il lobo occipitale è la sede dell’area visiva, cui giungono preziose informazioni relative soprattutto allo spazio;

nel lobo temporale, infine, c’è l’area uditiva, che raccoglie le percezioni dal canale uditivo.

Il cervelletto si trova sotto al cervello, nella zona corrispondente alla nuca. Controlla e coordina tutti i movimenti sulla base delle informazioni che riceve dai centri di comando motorio e dai recettori interni (le articolazioni e i muscoli) ed esterni (l’occhio, l’udito e la pelle).

Il midollo allungato si trova al di sotto del cervelletto. Regola e controlla i centri nervosi legati ad attività vitali involontarie come la respirazione; il battito cardiaco; la deglutizione; la pressione del sangue.

Il midollo spinale

È il prolungamento del midollo allungato; è un cordone biancastro lungo circa 40 cm; percorre l’interno del canale vertebrale fino alla seconda vertebra lombare.

B) Il sistema nervoso periferico

Sistema nervoso periferico

È costituito dalla rete di nervi che parte dal cervello e dal midollo spinale e collega i vari organi al sistema nervoso centrale. Si tratta complessivamente di 43 paia di nervi; si suddividono in nervi cranici e nervi spinali.

I nervi cranici nascono dall’encefalo e sono diretti principalmente agli organi di senso; informano il cervello di quanto avviene soprattutto rispetto all’ambiente esterno.

I nervi spinali (così detti perché nascono nel midollo spinale) raccolgono le informazioni provenienti da tutte le parti del corpo e inviano impulsi ai muscoli per l’azione.

C) il sistema nervoso autonomo o neurovegetativo

Si suddivide a sua volta in:

sistema nervoso somatico, controlla i movimenti volontari ed è diretto ai muscoli scheletrici;

sistema nervoso neurovegetativo, detto anche autonomo in quanto controlla tutti i muscoli involontari degli organi interni (cuore, visceri…). È composto dal sistema nervoso simpatico e dal sistema nervoso parasimpatico: agiscono entrambi contemporaneamente sugli stessi organi ma con azioni opposte. Le fibre del sistema simpatico stimolano l’attività degli organi; quelle del sistema  parasimpatico la inibiscono. Se facciamo l’esempio del cuore: le fibre del sistema simpatico aumentano la frequenza cardiaca; quelle del sistema parasimpatico ne determinano un rallentamento.