Apposizioni in analisi logica

In analisi logica si chiamano apposizioni ciò che in grammatica sono dei nomi.

L’apposizione è dunque un nome che si pone accanto a un nome o a un pronome per definirlo e descriverlo.

Apposizione semplice

L’apposizione si definisce semplice quando è costituita dal solo nome. In genere precede il nome a cui si riferisce:

  • Il compositore Giuseppe Verdi nacque nel 1813;
  • Il ricordo di nonno Gianni è sempre vivo;
  • Come si pronuncia la parola stage?

Apposizione composta

L’apposizione si definisce composta quando è formata dal nome e da altri elementi, come uno o più attributi o un complemento di specificazione. Può precedere o seguire il nome che definisce: nel secondo caso è delimitata dalla virgola.

  • Il mio gattino Niki è molto affettuoso;
  • Il mio medico di famiglia, il dottor Rossi, riceve su appuntamento;
  • La bicicletta, il mio regalo di compleanno, è piaciuta molto a Giulia.

L’apposizione può unirsi direttamente al nome, o può essere preceduta dalla preposizone da o dalle espressioni come, quale, in funzione di, in qualità di, in veste di.

  • Da piccola, mia sorella era molto capricciosa;
  • Noi tutti, in qualità di amici, ti esortiamo a riflettere;
  • Ho consultato Alberto, quale mio avvocato;
  • Io, in veste di esperto, non ti consiglio questo investimento.

Ti potrebbe interessare anche:

Come si fa l’analisi logica