la stanza rossa di matisse
Henri Matisse, La stanza rossa, 1908-1909, olio su tela, 180x220 cm, San Pietroburgo, Museo dell'Ermitage

La stanza rossa di Matisse, 1908-1909, olio su tela, 180×220 cm. San Pietroburgo, Museo dell’Ermitage.

La stanza rossa di Matisse: descrizione

In un primo tempo nella grande tela, (180×220 cm) predomina il verde ed essa viene intitolata Armonia in verde. Nella primavera del 1908 Matisse la ridipinge con il blu e nell’ottobre la espone al Salon d’Automne come Armonia in blu.

Vedendola appesa alle pareti del Salon il pittore non è ancora del tutto soddisfatto: nella primavera del 1909, prima di consegnarla al collezionista russo Sergej Sukin, cambia nuovamente idea e, «per soddisfare un miglior bilanciamento dei colori», la ripassa con un rosso acceso e vivace, dandole il titolo definitivo di La stanza rossa.

È uno dei primi quadri in cui, oltre all’acceso cromatismo, tipico del periodo fauve, compaiono in primo piano quegli elementi decorativi che annullano quasi completamente la profondità dello spazio e che, negli anni successivi, diventeranno la sua caratteristica principale.

La stanza rossa raffigura un interno domestico dove una donna è intenta a disporre una fruttiera su un tavolo, su cui si trovano anche altri frutti, due bottiglie e alcuni pezzi di pane.
Un rosso intenso domina la scena, colorando sia la tavola sia le pareti della stanza con una campitura piatta e uniforme. Eleganti motivi ornamentali blu e neri raffigurano vasi di fiori e rami di piante, simili ad arabeschi orientaleggianti.

Il colore è dunque l’elemento predominante nell’opera: esso viene utilizzato dall’artista non per realizzare una rappresentazione realistica ma per esprimere le emozioni suscitate dagli oggetti quotidiani e dal mondo che ci circonda. In questo caso, l’intensa vivacità cromatica suggerisce un’atmosfera domestica serena, ulteriormente evidenziata dal cielo azzurro e dal verde acceso del paesaggio che si intravvede dalla finestra.

Sul sito Studia Rapido:
Henri Matisse e la corrente dei Fauves
Donna con cappello di Matisse e La linea verde