Home Per saperne di più Perché le api fanno il miele e come fanno

Perché le api fanno il miele e come fanno

Perché le api fanno il miele

Perché le api fanno il miele?

Le api fanno il miele per nutrire se stesse e le loro compagne. Quindi per le api produrre il miele è una necessità, dal momento che rappresenta una grandissima fonte di energia per l’alto contenuto di glucosio.

Come fanno le api a produrre il miele?

Il miele è prodotto a partire dalla raccolta del nettare sui fiori. Il nettare è una sostanza zuccherina prodotta dalla pianta, che le api bottinatrici aspirano con la loro “proboscide”, un organo che hanno in bocca a forma di tromba.

Il nettare è raccolto in una cavità, chiamata “borsa melaria“, connessa allo stomaco. Qui il nettare subisce una prima trasformazione grazie all’azione di enzimi prodotti dalle ghiandole delle api, che concorrono alla trasformazione del nettare in miele.

Quando l’ape bottinatrice non è più in grado di accumulare altro nettare, lo trasporta fino all’alveare e lo rigurgita nella bocca delle api operaie. Le api operaie vi aggiungono nuovi enzimi salivali che continuano il processo di trasformazione del nettare in miele.

Le api ventilatrici, mediante la ventilazione prodotta sbattendo le loro ali, fanno perdere acqua al composto, abbassandone l’umidità.

Poi, le api operaie depositano questo composto (che non è più nettare ma non è ancora miele) nelle cellette dei favi, che sigillano con un tappo di cera (opercolo) fabbricato da loro stesse grazie ad una apposita ghiandola. L’opercolo permette al miele di non assorbire umidità e sporcizia. Viene così conservato per i mesi invernali, quando il cibo scarseggia, garantendo il nutrimento alle api.

Dalle api all’apicoltore

Quando il miele è giunto a maturazione, l’apicoltore procede di solito a prelevare circa un terzo di tutto il miele prodotto: sa bene che senza di esso le api morirebbero.

Come viene raccolto il miele?

L’apicoltore, con strumenti appositi, rimuove con cura la cera dalle cellette dei favi. Poi, passa alla fase della centrifugazione, che lascia uscire il miele dai favi.

Dopo, il miele viene lasciato riposare in grandi contenitori in acciaio inox, chiamati maturatori, per almeno due settimane in modo che emergano in superficie le piccole impurità ancora presenti nel miele.

Infine viene messo in vasetti.

Ti potrebbero interessare anche:

Le api chi sono e come sono organizzate.

Alveare come viene costruito e organizzato.