Capitolo 8 dei Promessi Sposi riassunto

1368
Capitolo 8 dei Promessi Sposi riassunto

Riassunto breve del capitolo 8 dei Promessi Sposi di Alessandro Manzoni.

Agnese propone a Renzo e Lucia il matrimonio a sorpresa. Lucia accetta riluttante. I due testimoni saranno Gervasio e Tonio. Il tentato matrimonio però fallisce.

Don Abbondio blocca Lucia e raggiunta la finestra lancia un grido d’aiuto. Il sacrestano Ambrogio suona le campane a martello, per richiamare l’attenzione e soccorrere così il curato.

Nel frattempo il Griso, travestito da pellegrino, ha guidato la spedizione per rapire Lucia. Ma mentre i bravi si rendono conto che la casa è vuota e sospettano di un tradimento, arriva Menico, inviato da padre Cristoforo ad avvertire le due donne del pericolo che le minaccia.

Il martellare delle campane crea scompiglio e Menico riesce a fuggire. Raggiunge Agnese con Lucia e Renzo e comunica loro il messaggio di fra Cristoforo che li sollecita a recarsi al convento.

Giunti tutti nella chiesetta, padre Cristoforo li esorta a lasciare il paese, promettendo un rifugio sicuro per le due donne nella città di Monza e a Milano per Renzo.

Prima di congedarli, il padre si raccoglie con loro in una preghiera nella quale il frate invoca l’aiuto di Dio per i due giovani ma anche il perdono per don Rodrigo causa di tante sofferenze.

Seguendo i consigli di frate Cristoforo, i tre fuggiaschi traversano il lago sulla barca di un amico del frate. A Lucia il narratore affida il triste addio alla propria terra e ai propri sogni.

Per il riassunto dettagliato, l’analisi dei personaggi e il commento del capitolo 8 dei Promessi Sposi leggi qui.

Ti potrebbero interessare anche:

Alessandro Manzoni – vita e opere

Dal Fermo e Lucia ai Promessi Sposi del 1827 e del 1840

I Promessi Sposi guida alla lettura

I Promessi Sposi riassunto breve di tutti i capitoli