Home Per saperne di più Formiche caratteristiche e comportamento

Formiche caratteristiche e comportamento

Formiche ricerca e riassunto

Ricerca sulle formiche e riassunto per conoscerne caratteristiche e comportamento.

Cosa sono?

La formica è un insetto; appartiene all’ordine degli Imenotteri, come api, vespe e bombi.

Com’è suddiviso il corpo?

Il corpo è diviso in testa, torace e addome. Possiede due antenne che le permettono di percepire gli odori, per comunicare e riconoscere gli oggetti. Ha una mandibola molto forte capace di trasportare cose.

Quante zampe ha la formica?

Come ogni insetto, la formica ha tre paia di zampe.

Di che colore sono?

Le formiche sono solitamente di colore nero ma ve ne sono molte che variano dal rosso all’arancione al giallo e al verde.

È vero che esistono formiche con le ali?

Sì, la regina e i maschi sono provvisti di ali. Le ali consentono di partecipare al volo nuziale in occasione dell’accoppiamento. I maschi dopo l’accoppiamento moriranno.

Le formiche pungono?

Solo quelle dotate di pungiglione. Alle nostre latitudini, sono dotate di pungiglione le formiche appartenenti ai generi Myrmica e Manica, le cosiddette “formiche rosse”.

Dove vivono le formiche?

Le troviamo in tutti i tipi di ambienti terrestri, tra cui prati, boschi, greti di fiumi, pascoli e paludi.

Vivono nei formicai, una rete di “camere” collegate da gallerie e utilizzate come dormitori, deposito per le uova fecondate e per il cibo.

Come sono organizzate?

Sono organizzate in gruppi composti da poche decine a milioni di esemplari.

All’interno di ciascun gruppo esiste una sola femmina fertile, capace cioè di generare figli: la regina, da cui nascono tutte le formiche del formicaio.

Le altre formiche sono operaie e soldati e sono tutte femmine. L’unico maschio del gruppo, infatti, muore dopo aver fecondato la regina.

Ruoli e compiti delle formiche

All’interno del formicaio ogni formica ha il proprio ruolo e compito.

La regina depone le uova. Il suo compito è quello di dare la vita ad altre formiche ed è anche in grado di decidere il sesso dei nascituri, solitamente femmine operaie ma, una volta all’anno, fa venire al mondo formiche alate, cioè nuove giovani regine alate e maschi alati, garantendo così la continuità della specie.

Le formiche operaie si occupano delle uova e allevano le larve; cercano e immagazzinano il cibo; costruiscono il formicaio e lo mantengono pulito e in ordine; non possono riprodursi e si dedicano all’allevamento dei figli della regina.

I soldati, sempre formiche femmine, sono più grandi delle operaie e sono incaricati della difesa del formicaio e quindi del gruppo. Il senso di appartenenza al gruppo è così forte che spesso sacrificano persino la propria vita per proteggerlo.

Il compito dei maschi è quello di diventare adulti per poter prendere il volo, partecipando alla sciamata del volo nuziale, e poi morire dopo l’accoppiamento con la regina.

Il ruolo ecologico della formica

Le formiche svolgono un ruolo ecologico fondamentale. Sono il più importante agente di rimescolamento del suolo: riportano in superficie gli elementi nutrienti, utili per altri organismi viventi, mantenendo così il terreno fertile.

Sono anche le principali predatrici di altri insetti e di ragni, soprattutto quelli dannosi per le piante.

Come nascono le formiche?

La formica nasce dall’uovo deposto dalla regina. Dopo 15 giorni l’uovo si schiude ed esce una larva, provvista di testa e di un corpo trasparente, a cui mancano però ancora le zampe. La larva secerne la seta con cui fabbrica il bozzolo nel quale si chiude.

All’interno del bozzolo si forma la ninfa, che da biancastra diventa scura e infine nera.

Dopo qualche tempo, il bozzolo si rompe e fuoriesce la formica adulta.

Cosa mangiano le formiche?

Questi insetti sono saprofagi, cioè si nutrono di sostanze animali o vegetali in decomposizione. Sono anche erbivore e particolarmente attratte dalle sostanze zuccherine.

Come comunicano le formiche?

Comunicano grazie a delle sostanze chimiche, chiamate feromoni, prodotte da ghiandole addominali; sono percepiti dalla formica attraverso le antenne. I feromoni agiscono come allarmi, come segnali attrattivi per l’accoppiamento durante il volo nuziale, come segnavia per la raccolta del cibo.

Quanto vive una formica?

Le regine vivono da 15 a 20 anni; le operaie da 5 a 10 anni; i maschi, invece, muoiono dopo essersi accoppiati.

Le formiche vanno in letargo?

Sì, in inverno le formiche vanno in letargo. In inverno si rifugiano nei formicai e riducono al minimo la loro attività, riuscendo così a superare la stagione fredda.