Io non ho paura – riassunto e commento

98
Io non ho paura riassunto e commento

Io non ho paura libro pubblicato nel 2001 è il romanzo più noto di Niccolò Ammaniti. Nel 2003 il regista Gabriele Salvatores ne ha tratto anche un film di grande successo.

Io non ho paura riassunto

In un giorno di una torrida estate del 1978, in un immaginario paese della campagna meridionale di nome Acqua Traverse, Michele Amitrano (voce narrante del romanzo), un bambino di nove anni, durante una scorribanda con la sorellina Maria e gli amici lontano da casa, scopre vicino a un casolare una buca. Dentro la buca scorge un bambino forse morto, forse addormentato.

Con questo terribile segreto torna a casa. Il giorno dopo, dopo una notte tormentata, vincendo la paura, ritorna sul posto e si cala nella buca.

Scopre così che il bambino, ridotto a uno spettro, è vivo.

Nei giorni successivi, instaura un rapporto di amicizia e di aiuto nei confronti del ragazzino, che è prigioniero e al quale porta acqua e cibo.

Attraverso alcuni indizi, poche frasi colte in casa, le notizie del telegiornale, Michele apprende che il bambino si chiama Filippo, che ha la sua stessa età, che è stato rapito e che responsabili dell’odioso crimine sono i suoi genitori aiutati da balordi del posto.

Intanto la situazione precipita: le forze dell’ordine sono sulla pista dei rapitori, i quali decidono di sopprimere l’ostaggio, diventato ormai un peso.

È a questo punto che Michele trova il coraggio di tentare un’azione per liberare l’amico Filippo, pur sapendo di mettere a rischio se stesso e la sua famiglia.

Mentre Filippo riesce a fuggire, Michele viene colpito a una gamba dal padre, che spara pensando di uccidere il bambino rapito.

Il romanzo si chiude con Michele in braccio al padre che, piangendo, lo porta verso la polizia che si sta avvicinando.

Io non ho paura recensione

Romanzo di formazione, in cui il protagonista racconta in prima persona una drammatica vicenda, avvenuta quando lui era bambino, che ha concluso la sua infanzia e cambiato per sempre la sua vita.