Naturalismo francese: caratteri e scrittori

2129
Naturalismo francese

Il Naturalismo francese si afferma in Francia negli anni settanta dell’Ottocento. Il retroterra culturale e filosofico del Naturalismo è il Positivismo, che esalta il progresso e la tecnologia, portatori di benessere.

Si può parlare della fine del Naturalismo già tra la fine degli anni Ottanta e gli inizi degli anni Novanta dell’Ottocento.

I punti fondamentali della poetica del Naturalismo francese

  • Il rifiuto della letteratura romantica perché basata sulla fantasia e sul sentimento invece che sull’analisi rigorosa della realtà oggettiva;
  • l’affermazione della poetica dell’impersonalità, inaugurata dal romanzo Madame Bovary (1857) di Flaubert: l’autore nel rappresentare la realtà deve narrare i fatti in maniera impersonale, eliminare ogni giudizio personale;
  • il rifiuto dei canoni tradizionali del bello;
  • l’impostazione scientifica della narrazione.

Scrittori naturalisti

Honoré de Balzac e Gustave Flaubert sono considerati i precursori nel Naturalismo francese. Emile Zola (1840-1902) è invece considerato il massimo esponente.

Tra gli altri scrittori naturalisti vanno ricordati Guy de Maupassant (1850-1893) e i fratelli Edmond (1822-1896) e Jules (1830-1870) Goncourt, famosi per le loro descrizoni degli ambienti particolarmente dettagliate e minuziose.

Ai fratelli Goncourt si deve inoltre una delle prime teorizzazioni della nuova tendenza letteraria. Nella Prefazione al romanzo Germinie Lacerteux (1864) essi rivendicano infatti il compito della letteratura di studiare la società, con particolare attenzione alle classi inferiori, col medesimo rigore metodologico delle scienze.

I generi letterari del Naturalismo francese

Il Naturalismo adotta il romanzo come strumento privilegiato in grado di analizzare in maniera oggettiva e «scientifica» la realtà. Tale genere deve riflettere la realtà sociale e quotidiana della borghesia e del proletariato, filtrata attraverso lo sguardo indagatore e oggettivo dello scrittore.

Accanto al romanzo i naturalisti prediligono anche la novella, cioè un racconto breve che inquadra con precisione una condizione umana, un ambiente sociale.

Tecniche narrative adottate

Per rendere maggiormente realistiche le trame dei loro romanzi e novelle, i naturalisti francesi adottano le seguenti tecniche narrative:

  • descrizioni lunghe e dettagliate di ambienti e personaggi;
  • narratore esterno, che si limita a riferire i fatti che osserva;
  • prevalenza delle sequenze dialogate, per conferire maggiore realismo;
  • uso di espressioni dialettali e popolari, così da costruire dialoghi verosimili.

Dal Naturalismo francese prende spunto il Verismo italiano. Esso, però, pur ispirandosi agli stessi principi del Naturalismo, se ne distingue in più punti.

Ti potrebbe interessare anche:

Verismo italiano e confronto con Naturalismo francese.

Domande e risposte

Vuoi condividere con la community di Studia Rapido le tue opinioni? Vuoi commentare questo brano? Partecipa al Forum di Studia Rapido!
Studia Rapido è un progetto editoriale che ha come obiettivo la promozione e la condivisione della Cultura. Storia, Arte, Filosofia, Letteratura e tutte le materie che apprendiamo negli anni della scuola e con il tempo si dimenticano, diventano riassunti e articoli utili a superare con successo le prove scolastiche: un veloce ripasso prima dell'interrogazione, la preparazione di un compito in classe, l'aiuto a redigere la tesina di fine anno. Con un linguaggio chiaro, semplice e coinvolgente, come se fossero notizie che “accadono” oggi, le materie scolastiche diventano attuali e affascinanti