Storia geologica dell'Italia: quando e come si è formata

La storia geologica dell’Italia, ovvero quando e come si è formata la penisola italiana.

La storia geologica dell’Italia risale a circa 200 milioni di anni fa. A quel tempo tutte le terre erano raggruppate in un’unica grande massa detta Pangea, circondata da un unico grande oceano detto Panthalassa.

Dalla frattura della Pangea, circa 180 milioni di anni fa, si formarono due grandi blocchi: uno a Nord chiamato Laurasia, l’altro a Sud, chiamato Gondwana.

La storia geologica dell'Italia

La Laurasia comprendeva le terre destinate a diventare l’America settentrionale, l’Europa e gran parte dell’Asia; la Gondwana, invece, comprendeva le terre che avrebbero formato l’America meridionale, l’Africa, l’Antartide, l’Australia e l’India.

In seguito, circa 150 milioni di anni fa, l’Africa si staccò dall’America meridionale. Queste forze tettoniche che separarono l’Africa dall’America meridonale continuarono ad agire finendo per formare le due principali catene montuose dell’Italia: le Alpi a Est e gli Appennini a Ovest.

Nel corso delle ere geologiche successive gli Appennini e le Alpi nel loro sollevamento delimitarono un’area che si innalzò e si colmò via via fino a identificarsi con la Pianura Padana.

Dalla Spagna e dalla Francia, 30 milioni di anni fa circa, si staccarono la Corsica e la Sardegna. La spinta geodinamica prodotta da rocce sommerse e dalle sabbie le posizionarono via via nella zona attuale, circa 18 milioni di anni fa, facendo nel contempo apparire la zona della Calabria e della Sicilia.

4 milioni di anni fa l’ossatura centrale dell’Italia emerse definitivamente dal mare, che la circondava a Ovest, a Sud e a Est.

L’azione compressiva delle forze geodinamiche, insieme con l’azione della gravità terrestre, deformarono e modellarono le rocce piegandole, fratturandole, sovrapponendole le une alle altre, generando i picchi alpini e appenninici.

Tali forze sono ancora in azione, come dimostra l’intensa attività sismica che si registra sull’intero territorio italiano. Per un approfondimento leggi Terremoto. Rischio sismico in Italia: come difenderci.