Voi ch'ascoltate in rime sparse il suono - Francesco Petrarca, parafrasi e analisi
Voi ch'ascoltate in rime sparse il suono - Francesco Petrarca, parafrasi e analisi

Voi ch'ascoltate in rime sparse il suono di Francesco Petrarca: parafrasi, analisi e commento.

È questo il sonetto di apertura del Canzoniere di Francesco Petrarca, anche se probabilmente fu composto abbastanza tardi, nel 1350 o anche prima.
Voi ch'ascoltate in rime sparse il suono - la parafrasi
vv. 1-8 Voi [lettori] che ascoltate in [queste] poesie (rime) sparse il suono di quei sospiri con i quali io nutrivo il cuore al tempo dell'illusio...

Caro amico di Studia Rapido, per continuare la lettura di questo articolo, registrati con la tua email.

REGISTRATI

Se sei già registrato inserisci la tua email e password qui sotto.

Grazie e buona lettura!