Home Riassunti Letteratura Antoine de Saint-Exupery breve biografia e libri

Antoine de Saint-Exupery breve biografia e libri

Antoine de Saint-Exupery

Antoine de Saint-Exupery è uno scrittore francese del Novecento, conosciuto in tutto il mondo per essere l’autore de Il piccolo principe.

Antoine de Saint-Exupery Breve biografia

L’autore del Piccolo Principe nasce a Lione (Francia) il 29 giugno del 1900, terzo di cinque figli, in una famiglia aristocratica.

Orfano di padre a soli quattro anni, cresce con la madre, pittrice dilettante, che lo introduce al disegno.

Fin da piccolo nutre passione anche per la scrittura e gli aerei, i due elementi che segneranno la sua vita.

Nel 1921 si arruola in aviazione, dove prende il brevetto di volo per aerei civili e militari.

Due anni dopo è costretto a lasciare l’esercito perché responsabile di un incidente avvenuto durante un decollo, e si trasferisce a Parigi, dove svolge controvoglia diversi lavori.

Ma la passione per gli aerei è più forte. Nel 1924 viene infatti assunto come istruttore di volo e, due anni dopo, è pilota sulla rotta aerea tra la Francia e il Marocco, la stessa che racconta nel suo primo romanzo, L’aviatore (1926).

Nel 1929 si trasferisce in Sud America per lavorare a un servizio di posta aerea. Questa esperienza gli ispira il suo secondo romanzo, Corriere del Sud (1929). Nel 1931 pubblica uno dei suoi capolavori Volo di notte (1931), che ha un grande successo in Francia e in America e lo lancia definitivamente come scrittore.

Nel 1931 sposa Consuelo Suncín-Sandoval Zeceña de Gómez, scrittrice e pittrice.

Torna quindi in Europa dove alterna l’attività di scrittore a quella di pilota civile.

Nel 1939 pubblica Terra degli uomini, un altro successo internazionale e nel 1940, invece, Pilota di guerra.

Quando scoppia la Seconda guerra mondiale, per sfuggire ai nazisti che hanno invaso la Francia, si trasferisce a New York.

A New York, nel 1943, pubblica Lettera a un ostaggio e Il piccolo principe, di cui cura anche i disegni. Nello stesso anno ritorna in Francia a combattere contro l’esercito tedesco come pilota militare.

Il 31 luglio 1944 decolla per la sua decima missione di guerra dalla quale non tornerà più.

Uscirono postumi Cittadella (1948) e i Taccuini (1961), raccolte di meditazioni e pensieri.

I resti del suo aereo saranno ritrovati solo nel 2004, al largo della costa davanti alla città di Marsiglia. Del corpo di Saint Exupéry invece non si sono mai trovate tracce.

Sua moglie Consuelo è morta nel 1979, lasciando un’autobiografia, Memorie della rosa.