Don Chisciotte della Mancia riassunto breve

Don Chisciotte della Mancia è il capolavoro della letteratura spagnola. Il romanzo, in due parti, è di Miguel de Cervantes Saavedra (1605-1616).

Qui presentiamo il riassunto breve; per un approfondimento ti proponiamo il riassunto dettagliato, con analisi e commento.

Don Chisciotte della Mancia – riassunto breve

Un anziano nobiluomo («hidalgo») di campagna passa il suo tempo a leggere romanzi cavallereschi; se ne infervora a tal punto che decide di rinnovare le gesta dei suoi eroi, liberare principesse oppresse, castigare furfanti e riempire la Terra della fama delle sue imprese.

In sella al suo scheletrico cavallo Ronzinante (cioè “primo fra tutti i ronzini del mondo”), con in capo un vecchio elmo arrugginito, rivestito di un’armatura ritrovata in un granaio, all’insaputa di tutti abbandona la sua casa in cerca di avventure.

Un oste lo arma cavaliere; quindi egli elegge come dama a cui dedicare le sue imprese una contadina del luogo, battezzandola «Dulcinea del Toboso». L’incontro con alcuni mercanti, cui vuol far dichiarare che Dulcinea è la più bella del mondo, si conclude miseramente per il povero cavaliere, coperto di legnate.

Un contadino lo riconduce a casa, dove i suoi amici, il curato e il barbiere, bruciano solennemente i romanzi ritenuti pericolosi della sua biblioteca.

La follia di Don Chisciotte è però incurabile. Appena guarito, infatti, egli riparte, sempre sul suo Ronzinante, ma questa volta è accompagnato dallo scudiero Sancio Panza.

Insieme affrontano tante altre avventure, finché don Chisciotte è sfidato e sconfitto dal cavaliere della Bianca Luna, che gli ordina di ritornare al suo paese. Don Chisciotte obbedisce e, tornato a casa, si ammala e muore.

I personaggi principali: don Chisciotte e Sancio Panza

Sancio Panza è la ragione positiva e pratica, il buon senso terra terra, in opposizione con la follia generosa di don Chisciotte, che opera al di fuori di ogni calcolo.

Tutto il significato simbolico del romanzo è in questo contrasto. I due personaggi incarnano i due aspetti principali dello spirito spagnolo: uno, idealista, sempre alla ricerca di inaccessibili chimere, dimentico delle esigenze della realtà di ogni giorno di fronte al sogno di un passato eroico e di un avvenire favoloso; l’altro pratico, positivo, anche se alquanto fatalista, che confida più nella buona sorte che nel lavoro per raggiungere la fortuna.