Islamismo religione caratteristiche

441
islamismo

Islamismo deriva dalla parola araba islàm che significa “sottomissione a Dio”. Da qui il termine islamico.

Il credente che accetta di sottomettersi a Dio è detto muslim cioè “colui che compie la volontà di Dio”. Dalla parola muslim deriva il termine musulmano.

Perciò dire islamico o musulmano è la stessa cosa.

L’islamismo è una religione monoteista, cioè con un unico Dio (Allah). I suoi fedeli sono chiamati musulmani.

Nascita dell’Islam

Maometto (in arabo Muhammad, 570-632) è il fondatore della religione islamica.

Secondo la tradizione islamica, infatti, nel 610 d.C., in una grotta vicino a La Mecca, gli apparve l’arcangelo Gabriele, lo stesso che era apparso a Maria per annunciare la nascita di Gesù, che per l’islam non è il figlio di Dio, ma un semplice profeta. Da quel momento Maometto cominciò a predicare la fede in Allah (ossia Dio).

Le rivelazioni fatte da Allah a Maometto, tramite l’arcangelo Gabriele, sono contenute nel Corano, il libro sacro dei musulmani.

Quali sono i cinque pilastri dell’Islam?

I cinque pilastri dell’islam sono le cinque grandi regole che ogni buon musulmano deve rispettare nel corso della propria vita. Essi sono:

  • la professione di fede: Allah è l’unico Dio e Muhammad (Maometto) il suo profeta. Tale precetto impone al fedele di testimoniare la propria religione e di seguirne i principi;
  • la preghiera, da recitare cinque volte al giorno. Prima di recitarle si deve procedere alla purificazione secondo un rituale ben preciso. La preghiera più importante è quella del mezzogiorno del venerdì, fatta collettivamente nelle moschee dopo che dalla torre dell’edificio (minareto), il muezzin chiama a raccolta i fedeli. Il fedele che invece guida la preghiera nella moschea è chiamato imam;
  • l’elemosina ai poveri;
  • il digiuno nel mese sacro del Ramadan;
  • il pellegrinaggio (Hajj), almeno una volta nella vita, alla città santa di La Mecca, in Arabia Saudita, a meno di non avere seri impedimenti di salute o economici. Alla Mecca si trova la Kaaba. Qui è custodita la pietra nera, un meteorite ritenuto sacro.

Musulmani nel mondo

Dopo il cristianesimo, l’islamismo è la religione più diffusa. La religione musulmana è infatti diffusa in tutto il mondo.

Nel mondo i musulmani vivono principalmente in Medio Oriente e in molti Paesi dell’Africa settentrionale e centrale. Molti di essi abitano anche in occidente. In Italia ve ne sono attualmente oltre un milione.

Oggi, nelle principali città d’Europa, è infatti possibile incontrare i luoghi di culto di questa religione, cioè la moschea.

Le donne nella religione musulmana

Le donne nella religione musulmana occupano un posto marginale. Nei Paesi osservanti devono uscire di casa completamente velate; non possono camminare da sole per strada; non possono partecipare alla preghiera pubblica nella moschea.