Scrivere un racconto fantastico: ecco cosa fare

82
racconto fantastico

Il racconto fantastico narra una storia immaginaria che non può accadere nella realtà. Lo scopo del racconto è di stupire e meravigliare il lettore.

Come scrivere un racconto fantastico? Utilizza i nostri suggerimenti, perciò continua a leggere con attenzione.

Personaggi

Chiediti prima di tutto: chi vuoi come personaggi del tuo racconto?

Devi sapere che per un racconto fantastico i personaggi possono essere:

creature immaginarie come draghi, mostri, extraterrestri…;

esseri dotati di poteri magici come fate, maghi, elfi, streghe, gnomi, folletti…;

oggetti che si animano o animali o piante che si comportano da essere umani;

persone reali a cui accadono fatti assurdi o eventi straordinari.

Luoghi

Dopo aver scelto i personaggi per il tuo racconto, devi stabilire dove vuoi che avvengano i fatti, cioè il luogo. Infatti la storia può svolgersi in luoghi inventati e immaginari, oppure realistici, dove a un certo punto accade qualcosa di straordinario.

Tempo

Per la scelta del tempo, cioè quando avvengono i fatti, ricordati che nel racconto fantastico i fatti avvengono in un tempo non definito, non precisato (un giorno, una volta, tanto tempo fa).

Struttura

Una volta che hai definito chi sono i personaggi del tuo racconto, dove avvengono i fatti (luogo) e quando avvengono i fatti (tempo), ricordati che, come tutti i testi narrativi, il racconto fantastico si compone di tre parti: inizio, svolgimento e conclusione.

Perciò per il tuo racconto fantastico inventato segui questo schema:

inizio: presenta il protagonista, descrivi l’ambiente dove inizia la storia e il tempo della storia;

svolgimento: narra gli eventi che danno inzio alla storia e fai intervenire anche gli altri personaggi; poi narra i fatti che contribuiscono allo svilupppo della storia. Spiega bene i fatti che accadono e descrivi i personaggi che mano a mano intervengono nella storia; fai parlare tra loro i personaggi con i dialoghi. Ricorda di raccontare situazioni fantastiche;

infine c’è la conclusione: racconta come finisce la vicenda narrata. Il finale può essere lieto o a sorpresa.