Camuni, antica civiltà italica

Quella dei Camuni è una delle più antiche civiltà italiche. I Camuni sono un popolo di origini incerte che nel Neolitico si stabilì in Valcamonica, oggi in provincia di Brescia (Lombardia).

Non furono mai sottomessi da nessuno, fino a quando, nel 16 a.C., l’esercito romano guidato dal proconsole Publio Silio Nerva conquistò la Valcamonica.

Il loro nome è legato alle celebri incisioni rupestri della Valcamonica; esse mostrano abitazioni, scene di caccia e di lavoro nei campi, riti e simboli religiosi, animali, armi e utensili.

È da queste incisioni che apprendiamo che i Camuni furono cacciatori, pastori e agricoltori; fabbricavano armi in rame; conoscevano la ruota e l’aratro.

Tra le incisioni vi sono anche alcune mappe rupestri, tra le prime realizzate dall’uomo. L’incisione più famosa è la “rosa camuna“, oggi simbolo della regione Lombardia.

Le incisioni rupestri camune sono state il primo bene italiano riconosciuto, nel 1979, dall’UNESCO come «Patrimonio dell’Umanità».