Conferenza di Yalta, 1945. Riassunto

2617
conferenza di Yalta, febbraio 1945, riassunto

La Conferenza di Yalta si svolse dal 4 all’11 febbraio 1945, durante l’ultimo anno della Seconda guerra mondiale, a Yalta, in Crimea, fra F. D. Roosevelt (Stati Uniti), W. Churchill (Gran Bretagna) e I. Stalin (Russia).

Conferenza di Yalta riassunto

Questi gli accordi presi durante la Conferenza di Yalta:

  • impegno a garantire elezioni democratiche nei Paesi liberati;
  • l’annuncio di una conferenza che si sarebbe tenuta a San Francisco il 25 aprile 1945 in cui discutere l’istituzione delle Nazioni Unite (ONU);
  • decisa la divisione della Germania in quattro zone di occupazione (controllate da USA, Inghilterra, Francia e URSS) e la sua completa smilitarizzazione;
  • fissate le riparazioni dovute dalla Germania agli Alleati, nella misura di 22 miliardi di dollari;
  • in Polonia si sarebbe dovuto insediare un governo democratico provvisorio, che avrebbe dovuto condurre il paese a libere elezioni nel più breve tempo possibile;
  • l’Urss promise d’intervenire contro il Giappone entro tre mesi dopo la capitolazione tedesca, dietro l’assicurazione che avrebbe recuperato i territori persi nel 1905, più le Curili;
  • tutti i prigionieri di guerra sovietici sarebbero stati rimandati in URSS;
  • Churchill rifiutò di cedere Hon-Kong alla Cina;
  • la Corea fu divisa in due zone di influenza.