Cuore di tenebra, Joseph Conrad

577
cuore di tenebra

Cuore di tenebra (titolo originario in inglese Heart of Darkness) è il celebre romanzo di Joseph Conrad (1857-1924). Nasce nove anni dopo il ritorno del suo autore dall’Africa, in cui era stato per circa sei mesi, nel 1890.

Il romanzo, pubblicato quindi nel 1899, è considerato uno dei classici della letteratura del Novecento. Imperante è lo stretto rapporto fra la cultura del Decadentismo (con le sue morbosità, il suo gusto dell’ignoto e del mistero) e l’ideologia dell’imperialismo.

La storia è raccontata da Charlie Marlowe, che l’ha vissuta, a un gruppo di marinai.

Cuore di tenebra riassunto

Marlowe, assunto da una compagnia belga che commercia in avorio, è incaricato di ricoprire il posto di un capitano fluviale morto in Africa centrale, ucciso dagli indigeni. Parte in battello e arriva, lungo il fiume, alla stazione della compagnia.

Qui assiste allo sfruttamento orribile degli indigeni da parte dei colonialisti bianchi. Sente parlare di Kurtz, un uomo bianco divenuto una leggenda, perché riesce ad assicurare alla compagnia ingenti quantità d’avorio. Di lui però non si hanno più notizie da tanto tempo.

Marlowe affronta quindi un lungo viaggio per cercarlo e lo rintraccia in un villaggio.

È ammalato e reso folle dal sistema brutale di sacrifici umani e di magia da lui stesso istituito, per assoggettare gli indigeni.

Tuttavia, gli indigeni ritengono Kurtz una divinità. Infatti, nonostante sia bisognoso di cure, impediscono a chiunque di portarlo via e lo stesso Kurtz non desidera ritornare alla civiltà occidentale. Marlowe riesce comunque a trascinarlo sul battello e a ripartire con lui, ma Kurtz muore durante il viaggio di ritorno, gridando l’orrore dell’esperienza vissuta.

Tornato in Belgio Marlowe va a trovare la fidanzata di Kurtz, cui però non ha il coraggio di svelare la vita malvagia condotta dall’uomo. Le mente, dicendole che le ultime parole furono per lei.

Cuore di tenebra è colui che, come Kurtz, oltrepassa i confini morali e civili, delimitati dall’uomo, si erige a Dio, un dio che decide e condanna, insensibile di fronte a coloro cui infligge il male, avido di tutto ciò che non è ancora suo.

Nel 2001 il regista Francis Ford Coppola si è ispirato a questo romanzo per il film Apocalypse Now.

Potrebbe interessarti anche:

Linea d’ombra di Joseph Conrad riassunto e commento