Linea d’ombra di Joseph Conrad riassunto e commento

538
linea d'ombra

Linea d’ombra romanzo di Joseph Conrad, pubblicato in Inghilterra nel 1917.

Trama e riassunto del romanzo di Joseph Conrad

In un porto d’Oriente, verso la fine dell’Ottocento, un giovane lascia il mercantile britannico sul quale è imbarcato e decide di allontanarsi dai tropici.

La sua decisione matura senza un motivo, per tedio, stanchezza, vago scontento. Attende la nave che lo rimpatri trascorrendo giorni pigri in un albergo a Singapore popolato di misteriosi avventurieri e relitti umani, finché non gli si presenta la grande occasione della sua vita: un posto da capitano.

Con un misto di euforia per l’inattesa fortuna e di timore per la propria inesperienza, il giovane sale sulla sua nave e si accinge all’impresa del suo primo comando.

In realtà il meraviglioso veliero appare come stregato dal ricordo del precedente capitano morto in stato di pazzia. Per giorni e giorni il veliero rimane infatti immobile su di un mare piatto, mentre gli uomini dell’equipaggio a poco a poco si ammalano di febbri tropicali e infine non hanno più la forza per manovrare le vele.

Il giovane capitano vive momenti disperati, senza riuscire a spiegare razionalmente quanto sta accadendo, finché sopraggiunge una brezza salvifica. Così il capitano e gli sfiniti marinai giungeranno finalmente in porto e saranno curati.

 

Linea d’ombra commento

Il romanzo mette bene a fuoco lo stato d’animo di colui che per la prima volta deve affrontare il mondo e scopre che non è semplice dare alle cose la direzione che desideriamo.

Quando non c’è più nessuno a dirci cosa dobbiamo fare e a prendere su di sé il peso di un eventuale errore, sentiamo che tutto è davvero nelle nostre mani e ciò costituisce una grande responsabilità.

Il giovane è un esperto marinaio, ma ciò non basta a fare di lui un comandante. Per essere davvero tale è necessario oltrepassare la linea d’ombra, lasciarsi cioè alle spalle la spensieratezza dell’adolescenza e affrontare la vita con grande determinazione e pronti al sacrificio.

Il giovane sa che non può più permettersi di esitare, deve mostrarsi degno della responsabilità che gli è stata assegnata e portare in salvo i suoi uomini e la nave.

La nave rappresenta la realtà che può essere governata solo attraverso una forte volontà e una totale dedizione. Ciò richiede lunghe notti insonni, fatica fisica e tensione psicologica. Il ragazzo diventa così a poco a poco un uomo.

Potrebbe interessarti anche:

Cuore di tenebra di Joseph Conrad