I mongoli di Gengis Khan

La popolazione dei mongoli fece il proprio ingresso nella Storia mondiale nel 1206, sotto la guida di Gengis Khan.

Crudeli e invincibili, i mongoli crearono, nel giro di poche generazioni, il più grande impero mai esistito, esteso a nord, fin oltre il lago di Baikal, a est, fino alle coste del Pacifico, a sud, fino alla Cina settentrionale, a sud-ovest, fino al Kazakistan.

I mongoli non solo decapitavano i prigionieri nemici, ma costruivano con le loro teste delle terrificanti torri, in posizioni ben esposte, come avvertimento e monito a chi pensasse di ribellarsi.