Pronomi personali soggetto nella lingua italiana

Pronomi personali soggetto nella lingua italiana: come usarli correttamente all’interno della frase.

I pronomi personali soggetto indicano chi fa o subisce l’azione espressa dal verbo. Essi sono:

  • io (prima persona singolare, maschile e femminile)
  • tu (seconda persona singolare, maschile e femminile)
  • egli, esso (terza persona singolare maschile)
  • ella, essa (terza persona singolare femminile)
  • noi (prima persona plurale, maschile e femminile)
  • voi (seconda persona plurale, maschile e femminile)
  • essi (terza persona plurale maschile)
  • esse (terza persona plurale femminile)

Quanto alla forma, i pronomi di prima e seconda persona singolare (io e tu) e plurale (noi e voi) sono invariabili, valgono cioè tanto per il soggetto maschile quanto per quello femminile.

Il pronome di terza persona singolare e plurale, invece, presenta forme diverse per il maschile e per il femminile e distingue se il soggetto cui si riferisce è una persona, un animale o una cosa. In particolare:

  • Egli si usa genericamente per le persone. Esso si usa per gli animali o le cose. Ella per le persone. Essa indifferentemente per persone, animali o cose.
  • Ella è meno comune di essa.
  • Nella lingua parlata: egli ed ella sono spesso sostituiti da lui e lei; essi ed esse da loro: Lui è simpatico, ma lei è noiosa; loro sono sempre insieme.
  • Lui e lei devono essere usati al posto di egli ed ella:
    – quando il soggetto è dopo il verbo: L’ha detto lui;
    – nelle esclamazioni: Beata lei!
    – quando sono preceduti da anche, perfino, nemmeno, neppure ecc.: Anche lui è d’accordo.