Home Metodo di studio Racconto d’avventura come si scrive e schema

Racconto d’avventura come si scrive e schema

racconto d'avventura

Il racconto d’avventura è un testo narrativo che racconta, con ritmo rapido, incalzante e continui colpi di scena, vicende rischiose e difficili.

Nei racconti di avventura accadono avvenimenti sorprendenti e inaspettati, pieni di fascino che catturano l’attenzione del lettore.

Come scrivere il racconto d’avventura?

Per scrivere il tuo racconto di avventura inventato segui lo schema che ti proponiamo.

I personaggi

I personaggi sono esploratori, viaggiatori o ragazzi coraggiosi con spirito d’iniziativa, che si troveranno a dover superare situazioni di pericolo, ostacoli e imprevisti (colpi di scena).

Riguardo la scelta del protagonista, questi deve essere un personaggio che possiede particolari qualità come: il coraggio, l’onestà, la generosità, la bontà e una notevole forza fisica.

In genere il protagonista deve affrontare senza aver paura e con grande intraprendenza il suo antagonista che può essere un personaggio malvagio, egoista e magari anche traditore. Può essere però anche un animale feroce o la forza della natura.

Protagonista e antagonista possono contare su uno o più aiutanti.

Il tempo

Il tempo in cui ambientare il tuo racconto può essere il presente o il passato, definito o indefinito.

I luoghi

I luoghi dove si svolge il racconto d’avventura sono lontani, reali e pieni di pericoli: paesi misteriosi e ricchi di insidie; spazi lontani e disabitati, come può essere nel caso di un racconto d’avventura su un’isola deserta; una giungla misteriosa, oceani sconfinati, deserti aridi, foreste, una terra ghiacciata, antichi castelli pieni di trabocchetti e passaggi segreti.

Qualunque sia il luogo da te scelto in cui ambientare la storia d’avventura, ricorda che vi deve sempre aleggiare un senso di mistero. Si crea in questo modo un’atmosfera di suspense, cioè di attesa, in cui il lettore viene tenuto col fiato sospeso.

Come iniziare il racconto di avventura?

La situazione iniziale è di solito stabile e tranquilla, ma poi si verifica qualche fatto improvviso e inaspettato, cioè un colpo di scena, che mette tutto in discussione.

Il protagonista è allora costretto ad agire in maniera ingegnosa e coraggiosa per fronteggiare il suo antagonista e trovare la soluzione al problema per raggiungere l’obiettivo: trovare un tesoro nascosto, salvare qualcuno in pericolo, lottare contro i malvagi per assicurare il trionfo della giustizia.

Come proseguire?

A questo punto c’è di solito un secondo colpo di scena! Il protagonista sembra avere la peggio, ma arriva un aiutante: descrivi l’aiutante e racconta come fanno il protagonista e l’aiutante a uscire dalla situazione di pericolo.

Come concludere il racconto d’avventura?

C’è sempre il lieto fine: naturalmente il cattivo ha sempre la peggio.

Ricorda che nel racconto d’avventura:

hanno molta importanza i dialoghi, le sequenze narrative e le sequenze descrittive;

la narrazione deve avere un ritmo veloce e incalzante;

la storia può essere raccontata in prima persona se il narratore è un personaggio della storia (narratore interno) o in terza persona se il narratore è esterno alla storia (narratore esterno).