Raspberry
Raspberry Pi4 (foto di Miiicihiaieil  Hieinizilieir / Wikimedia Commons, CC BY-SA 4.0, Collegamento)

Il Raspberry è un mini computer a basso costo dalle dimensioni poco più grandi di un bancomat.

Componenti del Raspberry

La scheda include un microprocessore, la memoria RAM e le interfacce con l’esterno (es. tastiera, monitor, rete, ecc.). Il sistema operativo è di tipo Linux.

Raspberry PI model B
Raspberry PI model B

Ad esempio, il modello Raspberry Pi B include i seguenti componenti hardware:

  • 4 porte USB 2.0
  • 1 uscita HDMI
  • 1 porta micro USB per l’alimentazione
  • 1 Slot microSD
  • 1 uscita audio stereo
  • 1 RCA video out
  • 1 Porta LAN

Utilizzo del Raspberry

Questo mini-computer consente di sviluppare oggetti tecnologici e invenzioni di ogni genere. Ad esempio: giochi elettronici, sistemi per il controllo degli elettrodomestici o per la riproduzione di musica e video, sistemi di comunicazione.

È il computer l’ideale per la robotica educativa. Anche i ragazzi e gli studenti saranno quindi in grado di utilizzarlo come “cuore” dei propri robot.

Storia del Raspberry Pi

Il logo Raspberry Pi
Il logo Raspberry Pi

Raspberry PI è stato progettato e viene realizzato nel Regno Unito dall’omonima casa Raspberry Foundation. Il nome nasce dalla tendenza techfruit, in voga qualche anno fa, di denominare software e hardware con nomi di frutta.

La sigla Pi, invece fa riferimento a Python, un linguaggio di programmazione ad alto livello.

Fu immesso sul mercato con un prezzo molto contenuto, circa 40 euro, che ha permesso la sua diffusione soprattutto da parte delle istituzioni scolastiche e dei makers che lo utilizzano per le proprie invenzioni. Dal 2012 ad oggi sono 9 i modelli Pi lanciati sul mercato.

Potete acquistare i vari di modelli online sul sito Robotics 3D.