Re etruschi chi erano e cosa fecero

940
re etruschi

I re etruschi furono gli ultimi tre re di Roma. Secondo la tradizione i re di Roma furono sette. I primi quattro furono di origine latina (Romolo, Numa Pompilio, Tullo Ostilio, Anco Marzio); gli ultimi tre, di origine etrusca.

I 3 re etruschi: Tarquinio Prisco, Servio Tullio, Tarquinio il Superbo.

Tarquinio Prisco, il primo dei re etruschi

Fu il primo re di origine etrusca. Era stato consigliere del precedente sovrano, Anco Marzio, e insegnante dei suoi figli.

Fece bonificare le paludi intorno a Roma; costruì il primo sistema fognario della città, la Cloaca Massima, e il foro, la grande piazza circondata dai più grandi edifici pubblici, che divenne il centro politico, commerciale e giudiziario della città.

Fece inoltre costruire il Circo Massimo, il grande stadio dove si svolgevano le corse con i carri, e il Tempio di Giove Capitolino, sul colle del Campidoglio.

In campo amministrativo aumentò il numero dei senatori (da 100 a 200) permettendo l’accesso alla carica anche per meriti personali e non più solo per nobiltà di nascita.

Servio Tullio

Era il marito della figlia di Tarquinio Prisco. Fu il secondo re etrusco e, a differenza dei suoi predecessori, aveva origini umili (da cui il nome Servio).

Si occupò di importanti riforme e di opere pubbliche, fra le quali le mura di cinta della città, intorno ai sette colli. Espanse ulteriormente il dominio verso Sud. Emanò una nuova costituzione basata sul censo (i comizi centuriati) e portò a 300 il numero dei senatori.

Tarquinio il Superbo, l’ultimo re di Roma

Secondo la tradizione fu l’ultimo re di Roma. Fu un re dispotico e crudele; arrivò al potere attraverso mille intrighi.

Un giorno suo figlio offese gravemente la nobildonna romana Lucrezia, e allora, cogliendo l’occasione, i Romani lo cacciarono.

Le fonti storiche narrano però fatti diversi: il re era sgradito ai patrizi perché non favoriva i loro interessi mentre secondo essi favoriva gli interessi degli Etruschi. Così guidati da Lucio Giunio Bruto destituirono il re e per Roma iniziò il periodo repubblicano (per un approfondimento leggi Roma repubblicana 509-31 a.C.).

Ti potrebbero interessare anche:

I sette re di Roma tra storia e leggenda

Roma in età monarchica.