Schema di Propp e la morfologia della fiaba

Il critico russo Vladimir Propp (1895-1970), in un saggio di fama mondiale, intitolato Morfologia della fiaba (1928), ha analizzato la struttura delle fiabe e ha proposto uno schema (lo schema di Propp).

Lo schema di Propp

Lo schema generale della fiaba, secondo Propp, è il seguente:

  • situazione iniziale o equilibrio iniziale
  • rottura dell’equilibrio iniziale
  • peripezie dell’eroe
  • ristabilimento dell’equilibrio (conclusione).

Le 31 funzioni dello schema di Propp

Dopo la situazione iniziale, secondo Propp, fanno seguito 31 funzioni, note anche come sequenze di Propp. Le funzioni di Propp sono inalterabili nell’ordine, anche se le vicende narrate sono diverse.

Delle 31 funzioni di Propp riportiamo quelle fondamentali.

Allontanamento Un personaggio si allontana da casa per un viaggio, per lavoro o altro, oppure muore. In questa fase può essere introdotto anche l’eroe, che può essere presentato come una persona ordinaria.

Divieto Al protagonista-eroe è posto un divieto o è dato un ordine che deve rispettare. Ad esempio, non deve fermarsi nel bosco o aprire una certa porta.

Infrazione L’eroe protagonista infrange il divieto, cioè non rispetta l’ordine. L’antagonista entra nella storia.

Tranello L’antagonista tenta di ingannare l’eroe protagonista per danneggiarlo.

Danneggiamento o mancanza L’antagonista arreca un danno oppure viene a mancare una persona o una cosa rara. Ad esempio, l’antagonista rapisce qualcuno o ruba qualcosa.

Partenza dell’eroe L’eroe protagonista parte per porre rimedio al danneggiamento.

Prove da superare L’eroe protagonista deve affrontare e superare determinate prove prima di giungere alla vittoria finale.

Fornitura del mezzo magico Il donatore dà all’eroe protagonista il mezzo magico per superare le prove.

Lotta fra l’eroe e l’antagonista L’eroe e l’antagonista si battono in uno scontro diretto.

Vittoria dell’eroe L’eroe sconfigge il suo antagonista.

Adempimento L’eroe esegue brillantemente il compito.

Rimozione della mancanza o del danneggiamento L’eroe ritrova quanto ha perso, oppure chi è stato danneggiato ritorna in salute o in vita grazie al mezzo magico.

Ritorno dell’eroe L’eroe ritorna al luogo di origine.

Smascheramento L’antagonista viene smascherato.

Punizione L’antagonista è punito.

Lieto fine Superate tutte le difficoltà, l’eroe ha vinto e vive felice e contento. Spesso si sposa e viene proclamato re oppure ottiene una ricompensa.

I personaggi dello schema di Propp

Propp ha individuato anche sette personaggi-tipo, che si ripetono costantemente nelle fiabe, anche se le vicende narrate sono diverse.

L’antagonista È un personaggio negativo, che si oppone all’eroe con cattiveria e tenacia.

Il mandante È il personaggio che affida un compito all’eroe, mandandolo alla ricerca di qualcosa o di qualche persona.

L’aiutante (ad esempio un mago) È colui che aiuta l’eroe.

La principessa e il re suo padre.

Il donatore È il personaggio che fornisce all’eroe i mezzi magici.

Il protagonista-eroe È sempre dotato di qualità positive. Deve affrontare delle prove e superarle prima di giungere alla vittoria finale.

Il falso eroe È la persona che si prende il merito delle azioni dell’eroe o cerca di sposare la principessa.

Può accadere che uno stesso ruolo sia ricoperto da più personaggi, oppure uno dei personaggi potrebbe coprire più ruoli.