Home Riassunti Epica e mitologia Storia di Susanna e i Vecchioni nella Bibbia

Storia di Susanna e i Vecchioni nella Bibbia

Susanna e i vecchioni storia

La storia di Susanna e i Vecchioni è tratta dall’Antico Testamento (Libro di Daniele) ed è spesso raffigurata nella pittura.

Storia di Susanna e i Vecchioni riassunto

Secondo l’Antico Testamento (Daniele, capitolo13), la bellissima Susanna, moglie del ricco babilonese Ioàchim, era una giovane di grande virtù e purezza.

Due vecchi giudici, invaghitisi della donna, si fecero rinchiudere nel giardino del suo palazzo mentre la giovane, credendosi sola, si era spogliata per fare il bagno.

Dopo averla a lungo spiata si fecero avanti per possederla, ma Susanna non volle accondiscendere alle loro turpi voglie. I due giudici allora per vendetta la accusarono di essersi intrattenuta in segreto con un amante.

Il marito e il popolo credettero alla falsa versione dei giudici e la giovane venne allora condannata, secondo la barbara usanza del tempo, alla lapidazione.

Solo il provvidenziale intervento del giovane profeta Daniele fece emergere la squallida menzogna dei due vecchi giudici.

Il profeta Daniele infatti chiese e ottenne di interrogare separatamente i due giudici. A ciascuno di loro chiese sotto a quale albero aveva visto i due amanti: uno rispose di averli visti sotto un lentisco, l’altro rispose invece di averli visti insieme sotto un leccio.

Daniele era così riuscito a far emergere la verità, a salvare una donna innocente e per ultimo fece giustiziare i due giudici.