Home Per saperne di più Origini e definizioni Terzo stato: chi comprende e cosa li accomuna

Terzo stato: chi comprende e cosa li accomuna

Terzo stato chi comprendeva

Il Terzo stato era chiamato così perché era il terzo, per importanza, dei tre ordini della ripartizione giuridico-sociale francese di origine medievale consolidatasi durante l’Ancien Régime (l’Antico Regime).

Il Terzo stato comprendeva tutti coloro che non appartenevano né al clero né alla nobiltà (i primi due stati o ordini sociali).

Nobiltà e clero francese

I primi due stati (o ordini) della società francese, nobiltà e clero, godevano di molti privilegi.

I nobili erano proprietari terrieri; avevano il diritto di riscuotere tasse e pedaggi; non erano giudicabili dai tribunali comuni ma solo da tribunali di loro pari, che spesso comminavano semplici multe in denaro. Toccavano a loro le alte cariche nell’amministrazione statale e nell’esercito.

Anche il clero possedeva terreni considerati dalla legge “inalienabili”, cioè non potevano essere trasferiti ad altri. Anche il clero era esente dalle tasse; riscuoteva le decima dai contadini; non rispondeva alle leggi dello Stato né ai tribunali civili, bensì solo ai tribunali ecclesiastici.

Il Terzo stato francese

Il Terzo stato comprendeva la maggior parte della popolazione. Vi rientravano le classi borghesi e popolari. Pagavano le tasse; erano esclusi dalla vita politica e dalle alte cariche pubbliche e militari.

In particolare, rientrava nel Terzo stato la grande e media borghesia degli affari, del commercio, della finanza e delle professioni (banchieri, commercianti, proprietari terrieri, magistrati, avvocati, medici, ecc.). Si trattava di individui aperti alle idee degli illuministi, consapevoli dei propri diritti e dunque decisi a modificare usanze considerate ormai antiquate e inaccettabili.

Il Terzo Stato si componeva anche della piccola borghesia urbana (artigiani e piccoli commercianti) e rurale (piccoli proprietari e fittavoli); infine, a un livello inferiore, comprendeva anche le classi meno agiate (come garzoni di bottega, contadini, mendicanti, disoccupati).

La Rivoluzione francese del 1789 mise in discussione e sovvertì proprio questo ordine e le strutture di potere che lo rappresentavano.

Ti potrebbe interessare: Rivoluzione francese schema e sintesi.