battaglia di hastings
La morte di Aroldo II raccontata nell'Arazzo di Bayeux, XI secolo. [Musée de la reine Mathilde, Bayeux (Francia)].

La Battaglia di Hastings: l’antefatto

Edoardo il Confessore (normanno per parte di madre), re d’Inghilterra dall’8 giugno 1062 al 5 gennaio 1066, era morto senza lasciare eredi. Gli successe il cognato Aroldo II (re d’Inghilterra dal 5 gennaio 1066 al 14 ottobre 1066). La legittimità della successione venne però contestata da Guglielmo, duca di Normandia, che, in qualità di nipote di Edoardo, reclamò la corona inglese. Così con l’approvazione di papa Alessandro II, Guglielmo partì per invadere l’inghilterra.

La conquista dell’Inghilterra da parte dei normanni guidati da Guglielmo culminò con la vittoria degli invasori nella battaglia di Hastings, combattuta il 14 ottobre 1066.

La battaglia di Hastings – Il 14 ottobre 1066 Guglielmo duca di Normandia e Aroldo II re d’Inghilterra si scontrarono ad Hastings. La battaglia cominciò il mattino e andò avanti tutto il giorno. Numericamente i due eserciti erano quasi equivalenti, ma Guglielmo poteva contare su molti più arcieri di Aroldo. Inizialmente fu l’esercito normanno a venire respinto con pesanti perdite. Allora truppe di  cavalleria normanna fecero finta di battere in ritirata e una parte delle truppe di Aroldo commise l’errore strategico d’inseguirle, finendo poi accerchiate e massacrate.

Su come andarono i fatti, le fonti sono alquanto confuse e contraddittorie: pare che l’evento cardine della sconfitta inglese fu la morte di Aroldo che fece precipitare nel panico il suo esercito.
Anche se non esistono prove concrete al riguardo, alcuni sostengono che Aroldo venne ucciso durante la battaglia di Hastings: una freccia lo colpì all’occhio e in pochi istanti, approfittando di quell’attimo di vulnerabilità, quattro cavalieri normanni lo raggiunsero e lo fecero a pezzi. Altre fonti raccontano che fuggì con pochi fidi in Cornovaglia dove morì intorno al 1080.
E se le circostanze della sua morte non sono chiare, le notizie sulle sorti del suo cadavere sono altrettanto oscure. Alcune fonti dichiarano che Guglielmo ordinò di gettare il cadavere del rivale in mare, perché non meritava una sepoltura cristiana, mentre altre sostengono che egli sia stato sepolto tra le mura dell’Abbazia di Waltham, fondata da Aroldo II.

Comunque sia andata, quel che è certo è che Guglielmo, da allora in poi il Conquistatore, fu incoronato re d’Inghilterra nell’Abbazia di Westminster il 25 dicembre 1066.

L’ascesa al trono di Guglielmo il Conquistatore fu un evento di grande portata, perché da quel momento in poi la storia dell’Inghilterra s’intrecciò con quella della Francia: il Conquistatore era infatti contemporaneamente re d’Inghilterra e, in qualità di duca di Normandia, vassallo del re di Francia.

La battaglia di Hastings è documentata dallArazzo di Bayeux.